Ineffabile, indecente UE

Ancora una volta dichiaro, a priori, che non sono contro l’UE:  questo per evitare in partenza di essere accusato dai buoni (che per definizione stanno a sinistra) di essere contro: certo in una certa misura sono “contro” ma vorrei articolare il mio pensiero. Alcuni Paesi dell’UE, segnatamente quelli che gli imbecilli (sì, imbecilli) definiscono nazionalisti, di Visegrad, populisti, … fino a fascisti chiedono di utilizzare parte dei fondi UE per costruire un muro contro le immigrazioni irregolari. Gli alti gradi dell’UE reagiscono a questa pretesa dichiarando “se vuoi costruire un muro a difesa dei tuoi confini fallo con i soldi tuoi senza toccare i fondi dell’UE”. Da questa presa di posizione della Presidente Ursula Von der “Lagnen” e di Valdis Dombrovskis (commissario al Lavoro (?) ed alla Economia) scaturiscono due considerazioni: intanto l’UE consente, accetta, che si facciano i muri per “contenere” l’arrivo indiscriminato di persone che andrebbero a gravare sui bilanci nazionali e quindi dell’intera Comunità europea: in pratica accetta che il migrante possa essere “RESPINTO”! Il che equivale ad accettare che “respingere” sia legale secondo le leggi dell’UE che (sempre lo stesso giorno, ieri, a Bruxelles) “prevalgono” su quelle nazionali. Non si capisce dunque perché Salvini vada a processo; a meno che certa magistratura italiana abbia licenza di adattare le leggi alle proprie convinzioni politiche (come ha già confessato Palamara).          L’altra considerazione che scaturisce dalla concessione di Bruxelles alla costruzione dei “muri” purché a spese proprie e non della Comunità, è ancora più ridicola perché i soldi dell’UE possono essere usati a miliardi per “bloccare” i migranti in Turchia ma non all’interno della stessa Unione. Siamo dunque di fronte ad una truffa ideologica e politica che mi convince sempre più che NON è questa l’Unione Europea che ci avevano promesso, non è questa l’Unione Europa che chiedevamo, non è vera Unione se il parametro è costituito dai SOLDI prima che da un graduale amalgama politico e sociale. C’è qualcuno che, in buona fede, possa dire  oggi che le differenze tra le genti delle diverse nazioni, non dico non ci siano più, ma che almeno siano state ridotte? L’unico elemento comune è  l’Euro che è al servizio delle banche, anzi dei banchieri. O no?

Elio Bitritto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: