Lamorgese-Pass 

Il ministro Lamorgese si distingue su tutti gli altri ministri per il suo alto senso della democrazia e per la sua disponibilità nei confronti di chiede di “passare”: così per primi ed in maggior numero “passano” i migranti, buoni e cattivi, in buona e mala fede per poterli poi scortare in centri di prima accoglienza da cui scappano o su navi da crociera che in qualche modo “recuperano” per le forzate rinunce alle crociere dei vacanzieri nostrani ed esteri.

Passano poi i festaioli che organizzano raduni fuori-legge malgrado tutta Europa li vieti (in realtà sono vietati pure in Italia ma cosa ci vuoi fare, aveva a che fare con giovani e un po’ di distrazione ci vuole anche se ci scappa il morto, anche se qualcuno spaccia un po’ di droga).

Passano i “fascisti” che vanno ad assaltare la sede della CGIL: d’altra parte lo avevano detto a chiare lettere e il ministro non poteva  fargli fare brutta figura: cosa avrebbero pensato gli italiani di qualcuno che annuncia una “visita” e poi non si fa vedere.

E per far capire a tutti che razza di persona coerente è, il ministro ha fatto scortare e “proteggere”, migranti, festaioli e fascisti, dalla polizia per evitare che magari si perdessero sulle coste italiane, nelle campagne toscane o nelle strade di Roma. Impensabile che qualcuno pensi che ci sia una strategia (addirittura della “Tensione”) dietro tutto questo: magari un certo “clima di sospetto” ma niente di più.

Tanto è vero che, sempre per l’alto senso della democrazia e per non smentire il suo essere disponibile al far passare tutti,  novella Eraclito, applica alla lettera il  πάντα ῥεῖ  (panta rei = tutto scorre o passa) che permette il corteo delle prefiche del sindacato nonostante il Covid e nonostante il silenzio elettorale! Questa è DEMOCRAZIA. Ci aspettiamo ora che, sempre per il suo alto senso del dovere e per la coerenza che fino ad oggi ha caratterizzato le sue azioni, decida di “PASSARE” anche lei.

Sì signora, PASSI ad altro incarico che ormai ha superato tutte le prove, PASSI a fare l’usciere  (dovrei usare un neologismo “passiere” ma mi sembra cacofonico).  Con immutata stima per la sua coerenza

Elio Bitritto

 

 

 

 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: