Del … PCI (Partito Conformista Italiano), by M. Veneziani

Oh, guarda – mi son detto -, … fotografa di certo l’Italia in generale, e non meno la nostra Vasto. L’una e l’altra luoghi mirabili e ammirati per grazia di natura, per propria storia e cultura, ma infelicemente interconnessi, sovente compromessi con politici governanti e pubblici amministratori che palesemente non vogliono o comunque non si curano del bene comune, ma soltanto del proprio, al più quello della personale e accomunante congrega.

Me lo fa pensare l’ultimo articolo su Panorama di M. Veneziani. Titolo: “Partito Conformista Italiano”.
Di tale sorprendente e icastica rappresentazione dell’odierna condizione italica (.. e vastese), qui ne riporto l’avvio.

“Quale partito guida l’Italia? Il Partito Conformista Italiano, in sigla PCI. È il partito che realmente determina l’agenda del Paese, il dibattito quotidiano, le priorità da affrontare; e che orienta chiunque abbia ruoli di potere, gestione e influenza nel nostro Paese. Il Partito Conformista Italiano esprime il Presidente della Repubblica che rappresenta il Pensiero Conforme a cui attenersi. Non esprime direttamente il Presidente del Consiglio, che al momento è un tecnico, ma anch’egli si conforma coi suoi ministri agli indirizzi del Partito Conformista. Il PCI esercita il suo ruolo di guida soprattutto
[…].
(continua a leggere)

E allora – voi direte -, … che farci? Difficile dirlo, talmente compromessa e malata è la nostra finta democrazia popolare. Un cittadino, i tanti che legittimamente non scendono nell’agone politico possono solo sperare che “la gente” vera, quella che con il voto può (se proprio vuole) cambiare quel che non va, si adoperi in tal senso. Pur senza voler inchiodare nessuno e alcuna parte ai propri errori, è del tutto legittimo chiedere che “l’alternanza” nelle Istituzioni (questo è il punto) sia ordinariamente possibile, si direbbe fisiologico e per ciò stesso salutare. Personalmente spero che questo accada ad ogni chiamata al seggio, e me lo auguro concretamente per i prossimi ballottaggi elettivi nelle diverse località d’Italia, Vasto compresa, ma proprio per l’influenza deleteria e ammorbante del detto PCI, … poco o nulla ci credo!

Purtroppo, finché quel partito era il Comunista, lo si poteva apertamente affrontare, com-battere, come usa dire con erronei termini calcistici. Era ed è stato facile farlo, ma questo partito “Conformista”, mellifluo e sfuggente qual è, ha plasmato i cittadini, anche quelli di nuova generazione, … a propria immagine e somiglianza. E ciò non può che essere una ben motivata preoccupazione per chi ancora crede e confida in una presa di coscienza di tutti, in taluni un pentimento e un conseguente ravvedimento. Di certo costituisce un avvilimento per chi soprattutto non ha più tanto tempo per vedere finalmente, là in fondo, tunnel dopo tunnel, la sempre promessa luce, … il bel Sol del presente e non del sempre mitizzato e mai realizzato Avvenire.  gfp
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: