Alessandro Meo, tarsie e modanature del legno alla Mattioli



In esposizione alla Sala Comunale R. Mattioli di Vasto elementi di arredo domestico di vario genere e grandezza in legno,
opera di una maestria raffinata e perciò stesso preziosa.
Il loro ideatore e realizzatore è Alessandro Meo.



Classici lavori di ebanisteria – arte del legno assai in voga in Italia soprattutto tra il seicento e l’ottocento – assai pregevoli per la ideazione e non meno per la realizzazione curata in ogni suo elemento compositivo. Una lavorazione spiccatamente “handmade” che dà a tali manufatti in legno non una fittizia, ma reale preziosità e unicità.

In tempi in cui un malinteso concetto di ‘modernità’ sembra chiedere alle opere dell’uomo (artistiche o artigianali che siano da ritenersi) essenzialità e malintesa esemplificazione del tutto e delle parti, che sovente scadono nella indistinzione, nella banalità e nella superfluità dell’”usa e getta”, riuscire a donare agli arredi e alle altre ‘cose’, ideate e ‘manufatte’ per la nostra vita domestica, forma e si direbbe un’anima, è un sicuro incanto e meraviglia.

Opere queste di A. Meo da guardare e ammirare da vicino per la manifesta, oggettiva bellezza, per la cura e la finitura con cui sono realizzate.
Possibilmente o idealmente da … “toccare con mano”.
L’esposizione presente è per questo. Un’occasione, dunque, da non perdere.

 

Giuseppe F. Pollutri per quiquotidiano.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: