Cavaliere della Repubblica

Credo che  raramente una onorificenza sia stata così meritata quanto quella che la dottoressa Maria Pina Sciotti ha ricevuto ieri, in Prefettura, Cavaliere della Repubblica. È il riconoscimento non solo ai lunghi e proficui anni di direzione presso il Reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale San Pio di Vasto, ma anche, e forse soprattutto in questo momento, il riconoscimento a quel lavoro continuo, estenuante, direi sottovoce che la dottoressa ha svolto in questi lunghi mesi di lotta al Covid-19. È, naturalmente il riconoscimento a tutto il reparto, è la perfetta conferma che il Premio San Michele 2020 ricevuto lo scorso settembre con tutto l’Ospedale vastese, era più che meritato.

Come si acquista il riconoscimento: “semplicemente” avendo acquisito benemerenze verso la Nazione nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dell’economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte ai fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari, aver tenuto una specchiata condotta civile e sociale. Aver operato in via continuativa e per almeno 20 anni con autonoma responsabilità nel settore per il quale l’onorificenza è proposta, aver adempiuto agli obblighi tributari nonché a quelli previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori.

“Semplicemente”!

Ecco, Maria Pina Sciotti, accompagnata dal Presidente del Consiglio Comunale di Vasto Elio Baccalà,  è stata insignita della onorificenza presso la prefettura di Chieti dal Prefetto dr. Armando Forgione, per la sua lotta alla pandemia, nell’ambito della celebrazione della Festa della Repubblica.

Da Qui Quotidiano e dai cittadini tutti le più sincere congratulazioni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: