RINNOVO CARICHE AL ROTARY CLUB  DI VASTO

 

 

IL DOTT. BENIAMINO DI DOMENICA ELETTO PRESIDENTE PER L’ANNO ROTARIANO 2022-2023

Durante l’assemblea ordinaria dei soci del Rotary Club di Vasto (Ch), indetta Venerdì 29 gennaio 2021 dall’attuale Presidente, prof.ssa Letizia Daniele, e tenuta con modalità telematica su piattaforma zoom, si è svolta l’elezione del Presidente per l’anno rotariano 2022-2023. È risultato eletto all’unanimità il dott. Beniamino Di Domenica. Per il Direttivo, che sarà da lui presieduto, i soci, riuniti in una precedente assemblea (5 dicembre 2020), hanno eletto come consiglieri Rosa Amoroso, Anna Boleto, Gianfranco Rastelli e Cesare D’Annunzio.

Il dott. Di Domenica è nato a Castiglione Messer Marino il 01-10-1957 e da circa 30 anni risiede a Vasto. Ha compiuto gli studi liceali a Chieti, presso il Liceo Scientifico “F. Masci”; si è laureato in Scienze Agrarie presso l’Università degli Studi di Bologna nel 1981, dedicandosi in particolare allo studio dell’Enologia. Ha ottenuto il titolo di Enologo in base alla legge N° 129 del 10 aprile 1991. Nella sua attività professionale è stato dapprima Ricercatore in campo enologico presso la stessa Università di Bologna e successivamente ha svolto attività di Enologo in diverse aziende in Emilia-Romagna, Puglia, Toscana ed Abruzzo, dove tuttora opera anche come imprenditore del settore. È sposato con la dott.ssa Claudia Sacchet, dirigente medico della UOC di Geriatria dell’Ospedale di Vasto ed è socio del Rotary Club di Vasto dal 1997, dove ha svolto diversi  incarichi di dirigente di Club. È già stato Presidente del Club nell’Anno Rotariano 2012-2013.

Durante quell’anno tante iniziative furono organizzate da dott. Di Domenica. Ne ricordiamo in particolare due: il convegno su “La pace e l’etica del servizio” in occasione della giornata di celebrazione dell’anniversario della fondazione del Club vastese: con la partecipazione di Mons. Bruno Forte, Arcivescovo di Chieti-Vasto, e del Past Governor Mario Giannola e con un coinvolgente concerto di musica classica per violoncello e chitarra; e, in collaborazione dei Servizi Sociali del Comune, il Corso di italiano per le donne immigrate, finalizzato ad una migliore integrazione sociale attraverso la conoscenza sia della lingua italiana sia della nostra cultura e delle nostre istituzioni.

 

Luigi Medea

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: