Il grottesco di “Ci sei o ci fai”

Ensor – Le Maschere grottesche

Domanda retorica che attiene al dubbio di persone di normale intelligenza (come forse sono io) e che fanno riferimento a personaggi che avrebbero forse maggior fortuna in Zelig o nel cabaret: purtroppo questi “personaggi” attengono  alla vita pubblica dall’alto di ruoli di rappresentanza che arrivano al vertice delle istituzioni … e mi spiego meglio.

Partiamo dai peones: questi sono sempre esistiti, in qualsiaisi momento storico, in qualsiasi latitudine e longitudine, in qualsiasi raggruppamento politico: esistono per dare una parvenza di pluralismo democratico ma in realtà si tratta solo di “massa”.  Quali le caratteristiche? Quasi nessuna se non il fatto che, a comando, possono parlare, dire, non dire, contraddirsi, giurare, negare senza alcun timore di abbassare lo sguardo per vedere quanti metri o chilometri sotto terra sono andati i loro stessi precedenti commenti, giudizi, giuramenti, ecc, Forse questa premessa è un po’ ardita ed allora facciamo degli esempi pratici: Pd e M5S si erano giurati ”odio e disprezzo eterni” ed ora giacciono soddisfatti nello stesso letto, sotto lo stesso lenzuolo tentando di generare  politicamente qualcosa ma, essendo omo … genei  non possono generare: più che “genitore uno” e “genitore due” dovremo definirli “genitale 1 e genitale 2”. Alle dimostrazioni di impotenza o incoerenza politica si aggiunge un certo narcisismo strettamente legato ad un palese complesso di Edipo! Mi riferisco a quel personaggio che da rottamatore si è evoluto in rottame: ma dico, con tutto il casino, le accuse di incapacità rivolte nei confronti della “casamadre” (in questo caso il riferimento al genere del genitore è consentito) ti astieni! Non vuoi tagliare il cordone ombelicale! Ma se non lo fai ti sei tagliato qualcos’altro!  Dopo aver professato la sua avversità al governo,  ritirando due ministri ed un sottosegretario, ci si aspetta che la coerenza imponga il voto contrario in aula: e invece? Invece, complesso di Edipo o qualcosa che gli italiani (e forse lui stesso) non sanno, si astiene” SI ASTIENE sapendo che così “quello” vince e lui perde. Arriviamo dunque al “Primus Inter Pares”, l’arbitro. Come si fa non dubitare che l’arbitro tale non sia ma è il dodicesimo giocatore in campo?Già ad inizio legislatura si rifiutò di dare l’incarico alla coalizione che aveva ”vinto” le elezioni adducendo la motivazione secondo cui la maggioranza non c’era, non era il caso di cercare “volenterosi, costruttori, responsabili”, e via dicendo: fino ad accettare, presumo obtorto collo, la squadra giallo-verde. Ed anche qui escludendo la nomina di un ministro perché falsamente dipinto come antieuropeista, ben sapendo che si trattava e si tratta di un personaggio di altissimo profilo professionale pur critico nei confronti di questa UE che non capisco come faccia a “piacere” acriticamente a lui ed alla sinistra in generale. Dopo lo strappo di Salvini i Giallo Verdi diventano Giallo Rossi pur sapendo delle reciproche stime e pur sapendo che in altri Paesi, come Spagna ed Israele piuttosto che raffazzonare le maggioranze si preferiva e si preferisce tentare la strada delle elezioni anticipate. Inevitabili gli attriti ed i distinguo con un totale stravolgimento delle posizioni gialle sui clandestini passando disinvoltamente da una politica di controllo della immigrazione clandestina ad una totalmente opposta, ratificando questo loro voltafaccia con il processo a Salvini. Intanto scoppia lo scandalo delle toghe: in quella occasione viene fuori clamorosamente ed ufficialmente (perché il sospetto /certezza era acquisito) che la magistratura, meglio, una parte, era orientata politicamente (e non voglio dire “contro” chi perché lo sanno anche i bambini): al di là di un paterno buffetto non va: cosa c’entra questo con le elezioni? Niente ma permette di misurare certi comportamenti: tra l’altro questo “orientamento” politico è quello stesso di una forte  maggioranza della stampa, in video e su carta. Intanto scoppia la pandemia  che viene gestita in modo a dir poco dilettantesco: certo con errori da tutte le parti ma con evidente maggiore responsabilità da parte di chi governa (ma questo lo capirebbe pure un bambino, sì, quello stesso di prima). Accade che in TV e sui giornali si ascoltino e si leggano pareri contrastanti da parte di scienziati, veri o presunti che il governo non riesce a fermare: così si sentono quelli che dicono A, quelli che dicono B, quelli che dicono AB e quelli che dicono BA, lasciando gli italiani sgomenti ed inducendoli a diventare loro stessi “esperti” in materia, non senza aver rilevato le contraddizioni delle norme governative circa le zone variamente colorate con preferenza al giallo e rosso come da loro stessa costituzione. Intanto iniziano le grandi manovre europee circa gli aiuti economici alle nazioni in difficoltà e l’Italia giallo rossa si occupa essenzialmente di biciclette, monopattini e banchi a rotelle tralasciando i mandolini e, purtroppo, i mezzi di trasposto tradizionali, quali gli autobus: così nei treni, nelle metropolitane e nei bus urbani, si vedono scene di umana compressione mentre le strutture ricettive per antonomasia, bar e ristoranti che nel frattempo si sono dotati di strutture di contenimento sia nel numero di presenze, sia per le distanze interpersonali, vengono chiusi. Tanto per dirne una tutti gli autobus turistici che per forza di cose sono stati fermi, non potevano essere utilizzati per ridurre il numero di passeggeri nei mezzi pubblici?. Torniamo al rottamator/rottamato: “questo governo non va”, “questo governo DEVE attivare il MES”, “ questo governo non ci piace”, “Conte non è capace”, “Conte deve lasciare i Servizi Segreti” e così via! Conseguenze?  dimissioni della delegazione renziana, voto di fiducia e governo che si salva perché l’importante era fare BUH!   Cosa fa intanto l’arbitro? Accetta l’esatto contrario di quanto rifiutato nel 2018  (incarico esplorativo al Centro-destra pur minoritario con la possibilità di cercare i famosi e su citati “volenterosi, costruttori, responsabili, e via dicendo”). A me non pare una cosa seria, a me non pare che il Presidente Mattarella sia il Presidente di tutti gli italiani, a me non pare che sia IL PRESIDENTE.

Elio Bitritto

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: