Peppino Catania è morto. Un ricordo di Davide D’Alessandro

Quanta tristezza! Quanta amarezza! Non c’era serata, per tanti mesi, che non lo trovassi seduto accanto al fratello Franco e alla cognata e che non mi fermassi per scambiare due battute, un sorriso, una stretta di mano. C’era anche mio padre in quella struttura. 91 anni lui, 96 mio padre. Peppino se n’è andato dieci giorni dopo, quasi a rinnovare il dolore. Resta il bisogno di chiarezza per onorare chi è morto e chi si è trovato e si trova a lavorare in condizioni molto complicate. Dobbiamo ancora sapere che cosa è accaduto,​ come è perché . Sono notizie molto più interessanti delle malattie pregresse. A Peppino va il saluto più caro, ai familiari l’abbraccio più caldo, anche nel ricordo della sorella che fu prima insegnante di mia madre, poi anche mia. Quanta tristezza! Quanta amarezza!

Davide D’Alessandro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: