La sinistra ed i diritti umani

Brunei lapidazione per gay e adulteri  (Foto ansa di repertorio)

Laura Boldrini e Barbara Pollastrini del pd hanno presentato un emendamento in commissione Affari Costituzionali (art. 19, comma 1) relativo al divieto di espulsione o respingimento di uno straniero verso uno Stato in cui lo straniero possa essere oggetto di persecuzione per motivi anche di sesso, hanno chiesto di aggiungere “orientamento sessuale, identità di genere”. Questo perché, secondo loro, “gli omosessuali, le lesbiche e i transessuali sono persone che se rimandate indietro rischiano di finire in carcere o di essere condannate alla pena di morte”. Fin qui la cronaca … nera di chi mostra di avere a cuore i diritti delle persone: e non posso che essere d’accordo con le due signore! Chi mi legge starà ancora a mezz’aria per il salto sulla sedia alla lettura di questa mia condivisione: beh cerchi di cadere bene perché queste due signore sono tanto preoccupate della sorte di omosessuali, lesbiche e transessuali che se ne “fregano” di tutto il  resto. Se fossero oneste, così come i comunisti e i loro compari che hanno approvato l’emendamento, dovrebbero agire di conseguenza e chiedere, prioritariamente, l’applicazione dei Diritti Civili TUTTI proprio in quei Paesi in cui omosessuali, lesbiche e transessuali rischiano il carcere o, addirittura la vita. Conseguentemente si dovrebbero adoperare perché in questi Paesi non solo venga dichiarata a parole la libertà di orientamento sessuale, ma venga anche applicata. Sto parlando della Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo che con alcune differenze lkegate alla religione, sono sottoscritte anche dai Paesi islamici (ripeto questo pericolo esiste SOLO nei Paesi islamici). Ha voglia Lennon ad immaginare un mondo senza confini, un mondo senza “proprietà”, un mondo di fratelli  (una sorta di versione musicale dell’utopia comunista): la realtà è ben diversa e soprattutto i Paesi islamici fanno della Dichiarazione carta straccia. Non credo che la Boldrini e la Pollastrini siano dei mostri di intelligenza, saranno come me, come tanti: non credo neanche che siano sceme al punto di non capire che chiunque può dichiarare quel che gli pare essendo impossibile verificarne la verità: devo dunque dedurne che il loro scopo sia quello di creare ulteriore disagio agli italiani assumendo una posizione ideologica assurda ed offensiva per l’intelligenza degli italiani: in questo trovando complici i trinariciuti del pd e i loro servi sciocchi. Ripeto: queste due signore sarebbero credibili se facessero una proposta di legge al governo per impegnarlo a chiedere l’applicazione vera della Carta dei Diritti sottoscritta dai Paesi islamici che, all’art 1 dichiara espressamente “Tutti gli esseri umani formano un’unica famiglia i cui membri sono uniti dalla sottomissione a Dio e dalla discendenza da Adamo. Tutti gli uomini sono eguali in termini di fondamentale dignità umana e di fondamentali obblighi e responsabilità, senza alcuna discriminazione di razza, colore, lingua sesso, credo religioso, affiliazione politica, stato sociale o altre considerazioni. La vera fede è la garanzia per rispettare questa dignità lungo il cammino della umana perfezione.

Saranno coerenti con la loro difesa dei diritti dell’Uomo?  E se sora Laura volesse dire una parola in difesa dello status femminile sarò il primo a proporre una causa di BEATIFICAZIONE! Sarebbe la prima comunista ad avere l’aureola!

Elio Bitritto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: