In morte di Domenico Zambianchi scultore

Lo conoscevo bene e mi dispiace che abbia abbandonato questo mondo. Carattere difficile, duro con se stesso e con gli altri come le pietre che riusciva sapientemente a modellare, Domenico Zambianchi era un vero e proprio personaggio che sotto la scorza ruvida che mostrava in apparenza, era una persona intelligente e sensibile, un artista istintivo, innamorato della bellezza.  Come testimoniano le opere che lascia, realizzate in trent’anni di ricerca tormentata nel corso dei quali seppe passare da una fase dilettantistica alla completa maturità artistica. Alla pari di Ligabue, il grande artista emiliano autodidatta, con il quale aveva, se non sbaglio, comunanza di origini.   (P.T)

La foto è presa dal sito facebook di Orlando Raspa. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: