Campioni e spettatori.

Il grande tennista svizzero Federer ha raggiunto la cifra record  del suo patrimonio pari a 1 miliardo di Euro.La notizia e’ confermata dal Fisco.

Si tanno svolgendo in questi giorni  gli internazionali di Tennis a Roma ma molti campioni hanno dato forfait perché l’assenza di pubblico probabilmente non li avrebbe sufficientemente motivati.

Si apre quindi un capitolo molto importante: chi sia  l’interprete.

I due atleti che entrano in campo e si sfidano o la corte che li accompagna.

Mogli frementi, genitori attempati che sudano più degli atleti, i ragazzini che corrono all’impazzata per recuperare la pallina, il tic/toc che i sente in tv quando tocca il terreno, il piccolo grido represso del tennista quando risponde al servizio, l’inquadratura della tv che li vede durante la pausa, la contestazione al giudice di sedia ,fino alla pallina spedita con rabbia contro qualcuno (con successiva squalifica).

Non c’è dubbio che i due atleti combattano e che dietro l’esibizione ci siano giornate e giornate di allenamento.

Ma il punto è un altro: senza la Tv, e senza il pubblico sugli spalti non c’è tennista che tenga. Il vero interprete è  ormai il grande fratello, siamo noi da casa ma tutto lo show è nelle mani del pubblico. In uno stadio chiuso al pubblico non c’è Pelè che tenga.

In uno stadio senza pubblico e senza TV nessuno saprebbe chi è quel signore che fa la pubblicità ad una pasta italiana molto famosa.

Ed i cachet di questi grandissimi atleti si ridurrebbe notevolmente.

Noi, il pubblico, dovremmo avere accesso a prezzi da saldo perché  siamo noi i veri protagonisti.

La stessa cosa concerne molte trasmissioni in TV dove i concorrenti (balli o indovinelli che siano) sono piu’ importanti del Pippo Baudo di turno.

I cantanti di San Remo senza pubblico in sala  aspetterebbero un po’ prima  di avere il disco di platino. 

Forse l’unico ambente dove il pubblico e’ meno rilevante , è la scura sala cinematografica  dove si stabilisce un unico e vero rapporto tra il singolo spettatore e l’attore .Così mentre nessuno ricorda un “servizio”di tennis ,   dopo anni ed anni tutti ci ricordiamo “ gli ho fatto una proposta che non poteva rifiutare” con Brando dalle guance gonfie.

Gianfranco Bonacci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: