Tribuna Referendum. “Io invece sono per il No”

Opinioni a confronto sul quesito referendario riguardante la riduzione del numero dei parlamentari. Dopo quella di Gianfranco Bonacci, schierato a favore del Si, ospitiamo l’opinione di Pino Pollutri, che sostiene invece le ragioni del NO

Come suol dirsi, le chiacchiere stanno a zero, e il … virale e peccaminoso “chiacchiericcio”, per tentare di giustificare questo Referendum, non meno. Non aderisco a “riforme” frutto di mera e crassa demagogia, comunque orientate a mutare semplicemente i numeri, non una vera e sostanziale rappresentatività degli eletti in parlamento. Anche perché questi, capaci o meno, a fronte del potere decisionale di un governo, spesso composto smaccatamente da uomini ‘vocati’ e cooptati al di fuori di ogni regola democratica, singolarmente, pochi o un po’ di piu che siano, non contano e non possono determinare, nel bene o nel male, una bella mazz@.
E dunque io VOTO NO.

Voterei Sì a un referendum propositivo di elezione popolare del Presidente della Repubblica e del Capo del Governo.
Quel che non otterremo mai.

Pino Pollutri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: