Lega Alto Vastese: “No ai migranti a Gissi

Continuano a rotta di collo, nell’inerzia del Governo Conte, gli sbarchi dei clandestini sulle coste siciliane con effetti che coinvolgono ed interessano anche i nostri territori, dal momento che una quota parte di costoro é stata destinata a Gissi presso l’ex albergo Santa Lucia. Immediata la reazione da parte della Lega che, uniformandosi alle direttive di Matteo Salvini, ha diffuso un duro comunicato che integralmente riportiamo di seguito.


《 Mentre il governo Giallo/Rosso è impegnato a pensare ad annullare i decreti sicurezza (OVVIAMENTE dopo
le prossime elezioni Regionali e Amministrative del 20 e 21 settembre) l’Italia è nuovamente sotto “attacco”,
è invasa da settimane da sbarchi di clandestini, la maggior parte tunisini e bengalesi (dati ministero
dell’interno) che nulla hanno a che fare con fughe da guerre.
Non solo il governo dorme su questa situazione, ma ci mette tutto l’impegno possibile ad accrescere il .rischio di nuovi focolai di COVID19 ridistribuendo sul territorio nazionale gli irregolari, molti dei quali risultati positivi al virus, in questa fase delicata in cui permane un alto rischio di contagio, tornando a
favorire il BUSINESS dell’accoglienza (diminuito vertiginosamente con Salvini al governo).
In questa ripartizione non poteva mancare l’Abruzzo, a cui sono stati assegnati 200 clandestini provenienti
dall’hub di Porto Empedocle (Agrigento) nella misura di 50 per provincia.
Per quanto riguarda la provincia di Chieti, sono stati assegnati a Gissi (2670 abitanti).
La Lega Salvini di San Salvo e dell’Alto Vastese faranno sentire la loro voce e si batteranno con tutte le proprie forze a livello locale, del comprensorio e nonché a livello regionale, affinché questo scempio non metta a rischio la sicurezza e la salute di noi cittadini》.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: