Poesia per l’estate: “Il passo e il volo”

Il passo e il volo

Seguivo stamane il passo
guardingo del gabbiano,
di cibo in cerca
e di felicità,
orma dopo orma sulla rena
ancora umida e fredda
nel mattino,

ma deserta ancora
e rosata quel tanto
che potessi anch’io
levarmi d’un balzo,
aperte l’ali,
in volo,
nel cielo lontano
e pur mio.

Giuseppe Franco Pollutri
(“La Barca e la Riva” – raccolta inedita)

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: