Poesie per l’estate: “Dopo la mareggiata”

Dalla raccolta (inedita) “La Barca e la Riva”

Dopo la mareggiata

Dal tempo mio d’infanzia
ossi e frantumi di natura
raccolgo sempre con cura
al ‘rietto’ antico del mare,
mentre l’onda viene
a riva, sonora ancora
seppur lieve,
incessantemente spumosa.

Traguardata linea sta
l’orizzonte nell’aria.
Un confine noto, ideale,
suadente invito all’andare.

Giuseppe Franco Pollutri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: