Bandiera bianca (L’ultima ora di Venezia) di Arnaldo Fusinato – riveduta e corretta

È fosco l’aere
è il flutto muto
ed io sul tacito
veron seduto
in solitaria
malinconia,
ti guardo e lagrimo,
Italia mia!

Passa qualcuno
a passo veloce.
Lo chiamo a gran voce,
“qual novità?”.
“Il morbo infuria,
la cura manca
sul ponte sventola
bandiera bianca!”.

Illustre martire
tu sei perduta…
Il morbo infuria
la cura manca
sul ponte sventola
bandiera bianca!…

Sulle tue pagine
scolpisci, o Storia,
l’altrui nequizie
e la sua gloria,
e grida ai posteri
tre volte infame
chi vuol l’Italia
morta di fame!

Viva  l’Italia!
L’ira nemica
la sua risuscita
virtude antica.
Ma il morbo infuria,
la cura manca…
Sul ponte sventola
bandiera bianca!

Ma ora svegliati
mia bella Italia
saremo liberi
d’una matrigna Europa!
Ci manca il Pane                                                                                                                                                                                       manca la cura

ma resta l’onore  del tricolore!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: