La svolta economica di Mario Draghi

L’articolo pubblicato da Mario Draghi sul Financial Times il 25 marzo 2020, costituisce una vera svolta nel modo di concepire il ruolo dello stato e della possibilità del debito pubblico nell’affrontare la crisi economica, prodotta dalla pandemia del Covid 19. Mario Draghi ha riscoperto gli insegnamenti del suo maestro Federico Caffè all’università di Roma? Va ricordato che Mario Draghi scrisse la sua tesi di laurea, sulla “insostenibilità di una moneta unica europea”. Non va dimenticato, però, che è stato il braccio destro di Romano Prodi nel processo di privatizzazione dell’economia italiana. Se n’è pentito? Meglio tardi che mai.
Federico Caffè (Pescara, 6 gennaio 1914 – Roma, 15 aprile 1987 ) è stato un economista e accademico italiano. Fu uno dei principali diffusori della dottrina keynesiana in Italia, occupandosi tanto di politiche macroeconomiche che di economia del benessere. Al centro delle sue riflessioni economiche ci fu sempre la necessità di assicurare elevati livelli di occupazione e di protezione sociale, soprattutto per i ceti più deboli. (Wikipedia)

Filippo Salvatore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: