81 – 49 = 32. I debiti lasciati dall’Unità

Potrebbero essere anche numeri del lotto, potrebbero essere vincenti o anche no: dalla smorfia viene fuori che 32, il risultato della sottrazione, indica il “capitone”: traetene le conseguenze.

Cominciamo col dire che, sia pure avanti con gli anni, non sono ancora nella condizione di “dare i numeri”: questi su indicati sono milioni di euro ma, mentre sui 49 milioni sappiamo tutto ed anche “più di tutto”, sugli 81 milioni cominciamo solo ora ad avere notizie, pur essendo un “debito” che si trascina dai tempi dell’ultimo governo Prodi.

Una breve sintesi della storia è certamente essere utile.

Una legge approvata nel 1998 dal governo Prodi – quando l’Unità era già piena di debiti – istituì la garanzia statale sull’esposizione debitoria dei giornali di partito, dei quali solo l’Unità aveva un rosso già miliardario: per via di questa legge il debito dell’Unità dovrà essere pagato dallo Stato, cioè dal Governo Conte. E ciò in base ad una sentenza, piuttosto sottaciuta ed ignobilmente oltre che colpevolmente ignorata, che è arrivata a conclusione il 10 settembre dello scorso anno. Intanto la sentenza dispone che i debiti de L’Unità saranno pagati da tutti noi italiani (dire che paga lo Stato è un modo ipocrita per dire che tanto pagano sempre i cittadini, anche quelli che per anni sono stati ingannati da quel giornale). Naturalmente lo Stato, il Governo, Conte 2 potranno rivalersi sulla associazione PD-Margherita anche se, intanto anticiperà l’esborso. Lo anticiperà perché non può fare diversamente ma ci dovremo attendere che Conte si rifaccia sul PD e ciò che resta della Margherita, anche se la cosa mi pare poco probabile. Il fatto è che questa sentenza rafforza ancor di più l’asse tra gli attuali alleati di governo … a meno che una favorevole congiuntura astrale mandi a ramengo questo governo, si indicano nuove elezioni ed il nuovo governo decida di rivalersi sulle spese anticipate: allora vedremo se troveranno ancora qualcosa da dire circa i 49 milioni.

Elio Bitritto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: