Vasto. Francesco Menna rivendica il risanamento delle finanze comunali

 

Dopo aver salutato gli ospiti, il sindaco di Vasto, nella conferenza stampa di inizio anno, ha illustrato il consuntivo del 2019, ma anche il bilancio della gestione Menna dal suo inizio ad oggi. Il primo cittadino, infatti, ha rivendicato di aver “impiegato il primo triennio di questo mandato nel realizzare un’efficace opera – direi – di ‘normalizzazione’ del quadro finanziario e di indebitamento dell’Ente” che, pur lasciando la tassazione comunale inalterata, ha permesso “di non gravare ulteriormente sulle tasche dei cittadini e procedimentalizzare azioni amministrative e numerose opere pubbliche, molte delle quali risolutive di problematiche divenute, nel tempo, strutturali per questo territorio”. Ed è proprio sugli investimenti e le opere pubbliche che si è incentrato l’intervento del sindaco. Particolare enfasi è stata posta dall’uomo politico su ‘Scuole sicure’, il programma di interventi che, “entro il 2021, riguarderà la quasi totalità delle scuole di proprietà comunale, per un investimento che supererà i tre milioni di euro”. Menna si è soffermato sull’attenzione riservata dalla sua amministrazione alla sicurezza degli edifici scolastici: “Questa Amministrazione Comunale – ha infatti sottolineato – è stata la prima, dal 2003, ad eseguire le indagini di vulnerabilità delle scuole al fine di meglio programmare gli interventi da realizzare, nella consapevolezza che nel corso degli anni, gli edifici pubblici come quelli privati, sono stati realizzati con prescrizioni normative diverse da quelle attualmente vigenti. Alla luce degli esiti di queste indagini, l’Amministrazione Comunale ha programmato una prima serie di interventi che mirano a riqualificare ed adeguare ai massimi livelli di sicurezza le scuole cittadine”. Nel suo dettagliato intervento, il sindaco di Vasto ha affrontato vari argomenti, tra cui lo stato delle infrastrutture idriche. Menna, che non ha esitato a parlare di ‘reti colabrodo’, ha rivendicato l’ottenimento, con il ‘Masterplan Abruzzo’, degli investimenti necessari per il completamento della diga di Chiauci e per il raddoppio della rete per le acque bianche a Vasto Marina. È un problema, quello della crisi idrica che attanaglia la nostra città, particolarmente sentito dal sindaco. “Servono finanziamenti – ha concluso Menna – per mettere a posto una rete idrica che ha 70 anni di età”.

 

Marco Sfarra

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: