L’Abruzzo vittima del maltempo.Bombardati dalla grandine Pescara e Vasto

Un maltempo come non se ne vedeva da anni, violentissimo in piena estate, che ha procurato danni a persone e cose. Le zone dell’Abruzzo più colpite sono state quelle del Pescarese e del Vastese sulle quali si sono scaricate temporali e grandinate con chicchi grandi come arance.

Diciotto le persone sono anche finite in pronto soccorso a Pescara per le ferite provocate. In ospedale anche una donna incinta, con ferite al volto e al capo.

Nel capoluogo adriatico ed a Vasto, in particolare, il fenomeno ha provocato danni consistenti: auto danneggiate, parabrezza e vetri infranti, tetti danneggiati. Nell’ospedale di Pescara l’acqua ha invaso il piano terra e ha costretto allo stop delle sale operatorie. Nel parcheggio riservato ai dipendenti l’acqua ha raggiunto i due metri: decine le auto distrutte. Alcune persone sono riuscite a mettersi in salvo dai veicoli trascinati dall’acqua.
Una ventina di automobili sono state sommerse da circa 2 metri d’acqua nel parcheggio dipendenti dell’ ospedale di Pescara, struttura di proprietà del Comune e gestita da una cooperativa.

A Vasto non si lamentano danni alle persone , ma sono tuttavia decine e decine le auto con il tetto ridotto ad una gruviera ed il parabrezza o il lunotto posteriore sfondato. I sindaci invocano lo stato di emergenza.

 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: