Europa, cosa era costei?

Io non lo so: non lo sanno neanche i milioni di europei che inneggiano all’Europa dei popoli, la più colossale truffa mediatica, dopo il comunismo, che si potesse perpetrare. Ci dicono che il “sogno” Europa ha risparmiato a questo continente morti e distruzioni causate dalle guerre, anche se si dovrebbe sottolineare “dalle guerre volute dalla Germania”. Intanto le guerre non sono solo quelle con le armi tradizionali ma oggi sono quelle più sofisticate, ma non meno dannose, del capitalismo spinto alle estreme conseguenze; ma, se vogliano essere onesti, dobbiamo riconoscere che di guerre (in senso classico) in Europa  ce ne sono state e non una sola e neanche tanto tempo fa: mi riferisco ai Balcani quando una buona parte dell’Europa, anche l’Italia, si è schierata contro la Serbia: tre guerre con la Serbia, il conflitto del Kosovo, quello della Macedonia, la dissoluzione dell’Albania, l’esodo in massa di questi non sono esattamente esempi di pace in Europa. Sarebbe più corretto affermare che in Europa non c’è stata la guerra armata ma solo nella parte occidentale. Ma cosa altro accadde in quei giorni? L’Italia nonostante la Costituzione la vieti espressamente: Art. 11: L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali… ma nessuno scandalo se l’Italia si armò ed andò.  Blocco navale nei confronti dell’Albania nel 1997:  è il caso di ricordare qualcosa: 28 marzo 1997, la nave Sibilla della M.M. Italiana sperona la fatiscente motovedetta militare albanese Kater i Rades provocando 81 morti (di cui 31 minorenni sotto i sedici anni)  e 34 sopravvissuti: nessuna incriminazione al Tribunale dei Ministri. Ah, dimenticavo: presidente del consiglio Prodi, Vice Veltroni, Ministro Interno Napolitano, Ministro Trasporti Burlando, Ministro Industria Bersani, Segretario del PDS D’Alema: sono ancora tutti vivi e addirittura Bersani, confermando la sua indole umana e notoriamente  pacifista  “… avrebbe tirato un pugno a Salvini”. E continuano a parlare!, Addirittura il giovane Fratoianni che forse allora se la faceva ancora nel pannolino accusa la motovedetta dei finanzieri che stava per essere schiacciata “volontariamente” dall’eroina di turno, di essere i veri colpevoli dell’incidente! Siamo alla follia pura. E siamo alla farsa di un presidente della repubblica, quella tedesca, che si permette di imporre il rilascio immediato di Carolina (non è quella della “Culeide” di Gabriele Rossetti, quella era nota per altri motivi).E che dire di quella mezza figura che si alza in punta di piedi o mette i tacchi alti per farsi vedere e, non riuscendoci strilla che l’Italia si dovrebbe vergognare per il caso Sea Watch 3 mentre, negli stessi giorni Francesca Peirotti, una ragazza italiana, viene condannata a sei mesi di reclusione per aver favorito l’ingresso in Francia di ben 8, diconsi otto, clandestini che evidentemente valgono molto di più dei 40 di Carolina. E che dire dello scandaloso comportamento di Salvini che impone una multa fino a 50.000 euro per chi  sbarca clandestini? Si tratta di una prevaricazione; ma nulla dicono se la Spagna fa altrettanto portando il massimale addirittura a 900.000 euro! Si può dire BUFFONI? Intanto io lo dico: buffoni questi cosiddetti europei che più europei non si può ed ancora più buffoni i direttori dei giornali italiani che danno loro ragione.

Europa de che?

Elio Bitritto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: