XXIX Charter Lions Club Vasto Adriatica Colonna .Riaperto il Museo del Costume. Passaggio del martelletto tra presidenti

Riceviamo e volentieri pubblichiamo dall’amico Luigi Spadaccini

Prendi tre in uno, ovvero tre eventi in un’unica mattinata. È quanto accaduto domenica quando la residenza marchesale dei d’Avalos ha fatto da splendida cornice a una serie di passaggi importanti nella vita del Lions Club Vasto Adriatica Vittoria Colonna, arricchita da un momento di grande spessore culturale per tutta la città di Vasto. Infatti, ad aprire il trittico è stato il taglio del nastro che ha sancito la riapertura del Museo del Costume fondato dal club nel 2000, chiuso per alcuni mesi che sono stati utilizzati per sanare le sale che ospitano i preziosi abiti della collezione, alcuni dei quali di fine ‘800. Il Museo è stato oggetto di un riallestimento complessivo accompagnato da una sostanziale ridistribuzione delle teche, messe anche in sicurezza, e dei reperti. L’evento ha rappresentato pure l’occasione per i cittadini vastesi, i turisti e molti Lions provenienti da fuori città per le celebrazioni del club vastese, tra cui in primis il Governatore del Distretto Lions Italy 108A Maurizio Berlati, di visitare, sotto la guida di Giuliana Tosone, quello che viene considerato uno dei tre Musei del costume più importanti d’Italia. Momenti densi di significato sono stati quelli vissuti, poi, all’interno della Pinacoteca di Palazzo d’Avalos, dove, introdotti dalle note al pianoforte del maestro Mauro Gallo, in rapida successione sono stati celebrati dapprima il compleanno del club, Charter giunta alla sua 29.ma edizione, e, poi, il passaggio del martelletto tra il presidente uscente Nardizzi e quello entrante Marcello, dinanzi alle più importanti autorità civili della città.

Dopo i saluti del primo cittadino di Vasto, Francesco Menna, che ha voluto ringraziare l’operato dei Lions in tutto il territorio vastese, ribadendo la positività e la necessità di una continua collaborazione tra l’Amministrazione comunale e i rappresentanti della più grande organizzazione di servizio al mondo, il presidente Francesco Nardizzi ha raccontato quello che è stato un anno ricolmo di impegni e di successi per il Lions Club Vasto Adriatica Vittoria Colonna, un viaggio raccontato anche attraverso delle immagini e chiuso con ben tre donazioni da parte del club. Infatti, alla Dr.ssa Daniela Onofrillo, dirigente medico dell’U.O.S. Dipartimentale Oncoematologica pediatrica del S. Spirito di Pescara, sono state consegnate due carrozzelle; quindi donazioni in denaro per il villaggio-scuola di Wolisso in Etiopia e per la Lions Club International Foundation. Un discorso carico di importanti spunti di riflessione quello pronunciato dal Governatore Maurizio Berlati, che ha attribuito grandi meriti ai soci del club per quello che sono riusciti a realizzare negli ultimi due anni, riconoscendo loro un grande spirito di servizio che deve essere la vera anima dell’operato di ogni singolo socio del Lions International, sfruttando l’occasione anche per bacchettare chi nel lionismo cerca primariamente una rivalsa carrieristica. Governatore che ha anche appuntato la pin alla giacca del nuovo socio del club Antonio Muratore.

Riconoscimenti sono stati consegnati ai soci Elio Bitritto, Carmine Di Risio e Luigi Marcello, ma, direttamente dal board internazionale, due riconoscimenti sono finiti anche all’intero club per quanto fatto nell’anno di presidenza di Luca Russo. La cerimonia del passaggio del martelletto ha, quindi, segnato la fine dell’anno sociale 2018-19 per il club e l’inizio di quello che si chiuderà nell’estate del 2020, un anno che ha preso il via con il discorso del neo-presidente Luigi Marcello, al suo secondo mandato alla guida del sodalizio vastese. Marcello ha anticipato come il prossimo sarà un anno denso di services che guarderanno in modo particolare al territorio e alle esigenze della sua comunità. Nei suoi 10 minuti di intervento ha richiamato con forza l’importanza di alcuni passaggi dei principi fondamentali che devono guidare l’operato dei lions. ‘Voltarsi dall’altra parte per evitare di guardare quello che il nostro club è stato capace di realizzare significa voltare lo sguardo a quello che lo spirito lionistico ci impone, dagli scopi all’etica’, ha detto Marcello, prima di anticipare l’idea di un nuovo importante intervento di abbellimento nei pressi della casa Rossetti, lì dove insiste la scalinata realizzata nel corso del suo primo mandato, e di presentare il nuovo Consiglio direttivo del Lions Club Vasto Adriatica Vittoria Colonna, che risulta così composto:

Luigi Marcello (presidente)

Elio Bitritto (I vice-presidente – GLT)

Massimo Molino (presidente comitato soci – GMT)

Sandra Di Gregorio (presidente comitato services – GST)

Guido Caravaggio (II vice-presidente)

Luigi Spadaccini (segretario e presidente del comitato marketing e comunicazione)

Maria Pia Smargiassi (cerimoniera)

Maria Rosaria Toscano (tesoriera)

Francesco Nardizzi (past presidente e coordinatore LCIF)

Luca Russo (censore e officer per le tecnologie informatiche)

Aldo Ciavatta (coordinatore di programma)

Salvatore Marmo (officer per la sicurezza)

Alessia Marcello e Luigia Tenace (consigliere)

Carmine Di Risio, Cesare Giuliani e Nicola Marisi (revisori dei conti)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: