Le bugie sull”emigrazione italiana

Riflessione su quando si dice : ‘ Quando gli africani o gli albanesi da buttare a mare eravamo noi italiani’.
Stiamo parlando di due fenomeni diversi: il neo-schiavismo africano di oggi e l’emigrazioni italiana ( ed europea ) verso le Americhe in piena rivoluzione industriale. Voler condonare il neo-schiavismo che sono le migrazioni illegali dall’Africa e suscitare empatia verso chi, una volta in Italia, NON troverà lavoro ed una sistemazione adeguata, significa fare un discorso da irresponsabili, del buonismo all’acqua di rose. L’emigrazione italiana ed europea verso le Americhe è stato un fenomeno di tutt’altra natura. Le Americhe avevano bisogno di braccia per crescere, per diventare quello che sono oggi. Di quante braccia africane ha bisogno oggi l’Italia, espressione di una reltà post-industriale dove 5 milioni dei propri cittadine vivere in povertà? Strano inoltre che tutti in Italia, o quasi, ignorno di parlare della nuova emigrazione italiana di diecine di migliaia di laureati ogni anno che dovrebbero avere il sacrosanto diritto di vivere nel proprio paese.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: