Il razzismo secondo l’antropologo Claude Lévi-Strauss

L’antropologo Claude Lévi-Strauss (Bruxelles, 1908 – Paris, 2009), intervistato prima della sua morte per il programma ‘Fino alla Fine del Mondo’ da Silvia Ronchey e Giuseppe Scaraffia, ha parlato di razzismo e di relativismo ed ha dichiarato.
‘Se in passato, a causa di pregiudizi razziali, sono stati commessi crimini orrendi, oggi è molto diffuso un antirazzismo semplicistico che nega i più evidenti principi di buon senso, finendo paradossalmente per fornire delle nuove armi allo stesso razzismo.
Occorre rifiutare il razzismo come dottrina biologica, ma ricordare, con “l`evidenza dei sensi” (Ionesco), che gli uomini sono diversi gli uni dagli altri.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: