Juncker minaccia l’Italia, ma sbaglia direzione.

Se c’è una persona INDEGNA di minacciare un grande paese come l’Italia è J-C. Juncker che sta con un piede fuori dall’ UE. Il Lussemburgo, un fazzoletto di terra, è stato per tanti anni, allorquando Juncker è stato Premier( o l’equivalente con altro nome) uno dei centri principali per il riciclaggio di soldi sporchi o di evasori fiscali. Che si erga ora a giudice dell’Italia, che non rispetta le regole dell’UE, è semplicemente RIDICOLO. La Germania ha infranto le regole per ben 18 volte e nessuno se n’è fatto gabbo, per non parlare della Francia. Quindi l’atteggiamento punitivo che Juncker ed il cagnolino di Macron, Moscovici, fanno valere sono semplicemente ridicoli. Si ricordino: senza una economia come quella italiana è l’intero sistema economico dell’eurozona che rischia di fallire. Si ricordino anche che il popolo italiano alle elezioni del 26 maggio scorso ha dato la preferenza in modo massiccio a partiti che vogliono riscrivere le condizioni dei trattati europei da pari a pari, o lasciare l’Europa così com’è diventata. L’errore imperdonabile l’ha commesso Prodi, entrando nell’euro e firmando i vari trattati, come quello di Maastricht e poi di Lisbona. L’Italia ancora nell’euro? Se possibile. Fuori dell’euro e dell’UE, se necessario.

Filippo Salvatore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: