C’è un piano contro Salvini. E contro l’Italia

Il presidente della Commissione europea Jean-Claude Junker

Il piano dell’UE, così com’è quella di Juncker oggi, verso l’Italia sta emergendo in modo chiaro prima della data del 26 maggio 2019. Basta saper mettere insieme le varie tessere del mosaico.

1. Presentare Salvini come un pericoloso fascista servendosi del parere dei vari politici di ‘sinistra’ e della contestazione dei giovani dei centri sociali.(con la speranza che non ci esca il morto).

2. Impedire alla Lega di diventare una forza politica capace di cambiare le regole del gioco economico in seno all’UE.

3. Presentare poi il Governo gialloverde come in mano a degli incapaci che stanno rendendo l’Italia la ‘malata d’Europa’ da sorvegliare oculatamente e far valere che Di Maio e Salvini sono degli sprovveduti che stanno portando il Paese verso il fallimento.

4.Presentare il Presidente della Repubblica Mattarella come sola àncora di salvezza. Egli, per il bene dell’Italia, farà appello all’aiuto di un ‘salvatore’, di un uomo di cui ci si può fidare nell’UE e sceglierlo come Primo ministro con un governo di esperti. Rifare, in altri termini, quello che Napolitano fece con Monti. Questa volta, però l’uomo delle garanzie si chiama Mario Draghi.

5. Draghi sottolineerà la gravità della situazione economica dell’Italia e, come soluzione al debito pubblico, si attaccherà alla ricchezza privata degli italiani. 82% di loro sono proprietari, mentre nell’Europa continentale il 75% o forse di più sono inquilini. – Giusto, farà valere Draghi – che gli italiani paghino i loro debiti, con l’alibi dell’aiuto della Banca Centrale Europea.-

6. Risultato del piano anti Salvini e anti Italia? I banchieri e gli speculatori renderanno gli italiani molto più poveri e la sinistra e le ‘istituzioni democratiche’ diranno che hanno salvato il Paese dal pericolo del fascismo.

Dietrologia fasulla la mia? Nient’affatto e chi crede il contrario spieghi con ragioni valide perché non è d’accordo.

Filippo Salvatore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: