Di Maio e la presunzione


Non contento di essersi pronunciato sul Convegno di Verona sulla Famiglia Naturale in modo puerile, indicativo di un atteggiamento pericoloso e gratuitamente offensivo nei confronti di chi NON ha offeso nessuno quando definisce i partecipanti, i simpatizzanti e i “naturali”, il “Di Peio” torna sull’argomento attribuendo, a chi “apprezza” la Famiglia Naturale, delle espressioni frutto di una mente poco serena “Sono una persona moderata: quando l’asticella si sposta troppo come accadde a Verona, dove c’era gente che andava dicendo in giro che la donna deve stare a casa a pulire, o quando vedo sui social il ministro dell’Interno che imbreccia un fucile, allora dico la mia”. Non contento della “stupida stupidaggine”, aggiunge “L’unica paura che ho è che l’esasperazione di certi toni possa aumentare il livello di tensione sociale”. Naturalmente si guarda bene dall’indicare chi usa certi toni, si guarda bene dal dire che certi toni sono propri delle sinistre e, purtroppo, da qualche tempo, dei 5stelle in crisi di consensi. Avevo evitato dunque di commentare la prima uscita di Di Peio quando ha definito i convegnisti e partecipanti di Verona degli “sfigati”. Poiché dubito che conosca il vero significato delle parola, gliene faccio dono.
Sfigato deriva dal prefisso s- (con il significato di senza) e da figa, variante settentrionale di fica; ha origine nel linguaggio giovanile all’inizio degli anni ottanta del ventesimo secolo. Usato in modo canzonatorio fra gli adolescenti per indicare chi non aveva ancora avuto e non aveva relazioni amorose, ovvero non aveva la “figa”, “la donna”, una ragazza e quindi per estensione sfortunati. L’idea di ritenere sfigato o sfortunato un uomo senza un partner femminile deriva dalla convinzione di molti sistemi sociali secondo cui, soprattutto prima del matrimonio, gli uomini sono autoritari e poco tolleranti e le donne no.
Se vogliamo fare un veloce riassunto di quello che siamo riusciti a ricavare da questa breve ricerca è che il termine sfigato ha molteplici significati: il più vecchio e poco usato sinonimo di iellato, l’ s privativo figato cioè uomo senza donne, il più femminile e valutativo uomo privo di fascino e infine il più sociologico escluso dal gruppo che possiamo associare all’inglese loser.
Ciò posto, a parte il fatto che abbia o meno donne, che possa essere più o meno affascinante, che possa essere loser cioè escluso dal gruppo, dovrebbe capire che nessuna di queste definizioni si può attribuite ai Difensori della Famiglia Naturale che NON hanno offeso nessuno e NON mai impedito alcuna manifestazione o usato espressioni denigratorie contro le famiglie non naturali.
Il suggerimento è semplice, collegare cervello e lingua e magari studiare un po’ di più.
Elio Bitritto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: