Il terrorista dello scuolabus va compreso. Dicono a sinistra.


Va compreso? Forse doveva dire VA COMPRESSO!!!! Sì, uno così rientra negli schemi dell’ISIS più vigliacca, quella che si fa scudo dei bambini e li sacrifica in nome di un Dio che tiene validamente testa a Lucifero in persona. “Va compreso” dice l’ex ministro in quota comunista, Livia Turco: perché vada compreso lo sa solo lei e tutti quegli attentatori alla civiltà che hanno portato l’Italia in queste condizioni. Ci dicono, personaggi squallidi come la Turco e Gad Lerner, che quel pregiudicato era esasperato! Da cosa? Aveva un lavoro stabile, era in Italia da anni, aveva la cittadinanza italiana non era sotto stress ma … dicono questi due “va compreso”. Allora va compreso anche Traini quel deficiente di Macerata o quello no perché le vittime sono state gli africani? Ma in che mondo vivono questi due, due per tutti, per tutti quelli dell’accoglienza ad ognoi costo: come quell’altri pezzo da novanta, don Ciotti, che arringa ed esaspera la folla aprendo le case (degli altri) ai migranti perché prima ce lo chiedeva l’Europa, ora, grazie ai suoi personali rapporti, ce lo chiede Dio perché, testuale, “Dio è con noi” esattamente la stessa frase che i nazisti portavano impressa sul cinturone “Gott mit uns”. E gli altri sarebbero fascisti: questi come minimo sono nazisti! E questo uso ed abuso da parte di un prete sul nome di Dio è forse la parte più indecente, la contaminazione del Dio dei Cristiani con il Dio della propaganda nazista. Oggi squallidi personaggi come la Turco e Lerner si permettono di prendere le difese di Sy il mancato stragista cche accusa Salvini delle morti in mare dei clandestini che morti lo sono per davvero ma certo non per colpa di Salvini, quanto piuttosto per “merito” dli porti aperti di Renzi e compagni vari e dei trafficanti di esseri umani a bordo di navi negriere. Se questi umanissimi samaritani alla Casarini “metti ‘sti caxxi di migranti avanti” veramente credono in quel che dicono li accogliessero tutti nelle loro case, nei comuni dove amministrano loro, e così nelle provincie e nelle regioni e negli stati, compreso il Vaticano ma A SPESE LORO E DELLE COMUNITA’ CHE AMMINISTRANO. Credo che la loro fede nelle risorse subirebbe un duro colpo. E poi spiegatemi perché un senegalese o un nigeriano dovrebbe preferire venire in Italia invece di recarsi in una serie di Paesi con la stessa religione, con lo stesso sistema legislativo, spesso con la stessa lingua, certamente più vicini!
Elio Bitritto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: