Vasto. Chiesti 9 rinvii a giudizio per la Diga di Chiauci

Emesse nove richieste di rinvio a giudizio con le accuse di aver procurato un ingiusto vantaggio derivante all’appropriazione indebita per indennità di rimborso e spese non dovute e di abuso nelle procedure di affidamento dei lavori per la realizzazione della diga di Chiauci.

Le richieste sono arrivate a conclusione dell’inchiesta coordinata dal procuratore della Repubblica del Tribunale, Giampiero di Florio e riguardano  Fabrizio Marchetti, Rodolfo Mastrangelo e Nicolino Sciartilli rispettivamente ex commissari ed ex direttore del Consorzio di Bonifica Sud di Vasto,  il responsabile unico del procedimento Michelangelo Magnacca, il commissario regionale della convenzione Sandro Annibali, gli ingegneri Sante Di Giuseppe, Giovanni Sportelli e Gilda Buda e l’imprenditore Giuseppe Latte Bovio.

Le accuse  si riferiscono a fatti avvenuti nel periodo che va dal 2012 al 2016.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: