Vasto. Salviamo il Tribunale.Lunedi assemblea avvocati

Protestano gli avvocati per la minacciata chiusura del Tribunale ed annunciano una giornata di astensione dalle udienze  per il 18 marzo accompagnata da una assemblea alla quale sono stati invitati a partecipare magistrati, parlamentari nazionali e regionali, ed il governatore della Regione Marsilio.
Occorre“, ha affermato  il presidente dell’ordine Vittorio Melone “inviare un segnale chiaro alla politica affinché possa prendere una posizione non solo riguardo alla norma necessaria per il ripristino dell’organico del personale amministrativo, ma anche sul futuro della sede giudiziaria di Vasto. La politica è chiamata a decidere al più presto e non nel 2021, anche perché tra 15 mesi la Procura deve sapere in quale sede giudiziaria dovrà calendarizzare i processi”.
Alla dichiarazione del presidente Melone si aggiunge quella degli avvocati della Camera Penale Giovanni Cerella, Raffaele Giacomucci, Arnaldo Tascione e Fiorenzo Cieri, affidato ad un comunicato nel quale si dicono ” in  linea con quanto sollecitato dal consiglio dell’ordine degli avvocati di Vasto, dal presidente del Tribunale dott. Bruno Giangiacomo e dal Procuratore della Repubblica, dott. Giampiero Di Florio, da tutti coloro che, a più voci, hanno segnalato i gravissimi rischi per la sicurezza del territorio,
Al di là della pur opportuna rivisitazione della riforma sulla geografia giudiziaria richiamata nel contratto di governo, il Tribunale di Vasto – sottolineano Cerella Giacomucci Tascione e Cieri – possiede tutti i requisiti che giustificano la sua permanenza : la distanza eccessiva dalla sede accorpante, le caratteristiche orografiche del proprio circondario, la pressante presenza di criminalità organizzata.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: