Marco Marsilio: “L’ Abruzzo che vorrei”

“L’auspicio è quello di raccontare oggi agli abruzzesi e di raccogliere le migliori energie dagli abruzzesi per costruire una regione che possa guardare con serenità al futuro, mentre oggi purtroppo è una terra in preda alla disperazione, all’abbandono, alla desertificazione.
Dobbiamo restituire coraggio e forza attraverso le buone idee per rilanciare lo sviluppo di questa regione: riportare ricchezza, riportare lavoro, come lo è stato negli anni passati”.

Lo ha detto il candidato presidente del centrodestra, Marco Marsilio nel corso della convention della coalizione del centrodestra tenutasi ieri a Pescara.

“L’Abruzzo – ha aggiunto – ha conosciuto stagioni in cui cresceva ed era la locomotiva del Centrosud, un modello di sviluppo e di fuoriuscita anzi da condizioni di sottosviluppo. L’Abruzzo migliore che noi vogliamo riportare in voga e vogliamo ricostruire con l’aiuto degli abruzzesi e della loro creatività, del grande genio ed eccellenza che ci sono in questa terra per dare un futuro diverso ai nostri figli, perché nessuno debba più emigrare e scappare dalla nostra terra”.