L’Udc fa la sveltina sulle candidature ed è fuori dal Centrodestra.

Terremoto nel centrodestra per colpa dei furbastri che ammorbano da anni la vita politica abruzzese con i loro cambi di casacca sempre interessati. Esclusi dalla lista dell’Udc,cosi come concordato con i partners della coalizione, Marianna Scoccia, sindaco di Prezza e moglie di Andrea Gerosolimo, ex assessore di D’Alfonso, e Mario Olivieri, ex presidente della Commissione Sanita del Consiglio Regionale uscentei, sono stati reonzeriti on lists con un vero e proprio colpo di mano al momento della presentazione delle liste, tenendo ovviamente all’oscuro di tutto il candidato presidente Marco Marsilio ed i responsabili degli altri partiti della coalizione. Immediata la reazione dell’intera compagine di centrodestra che è stata durissima. Con una nota diramata nel pomeriggio Marsilio ha dichiarato senza mezzi termini che l’Udc resterà fuori dalla coalizione.

“Apprendo con stupore e rabbia – si legge nel comunicato – che nelle liste dell’Udc sono stati i candidati Scoccia e Olivieri, nonostante il fatto che i partiti della coalizione di centrodestra avessero posto un veto politico sono loro presenza. I dirigenti dell’Udc avevano dato la loro parola sul fatto che avrebbero rispettato le indicazioni della coalizione e come candidato presidente designato dal centrodestra mi ero fatto veramente di tale accordo. Prendo atto che è stata tradita la parola data e la fiducia riposta, e che qualcuno ha voluto fare un grave e stupida forzatura che non può che portare, come conseguenza inevitabile, l’esclusione dell’Udc dalla coalizione della futura maggioranza in Consiglio Regionale. Il tempo dei sotterfugi, degli imbrogli e dei trasformismi deve finire. Mi dispiace che tanti candidati in buona fede dell’Udc e rispettabili esponenti di diversi movimenti che compongono la lista dell’Udc, partire dal movimento Idea di Gaetano Quagliariello, siamo rimasti coinvolti in questo deprecabile giochino a causa di qualche irresponsabile”
Senza mezzi termini anche il comunicato a firma del coordinatore regionale della Lega, on. Giuseppe Bellachioma,
“L’inganno e la menzogna – si legge –   sono le migliori qualità dei falliti. Avete tradito un intero popolo abruzzese. Ora dovete stare lontani dalla Lega e dal centro destra. Siete fuori da tutto sia nel presente che nel futuro”.