Vssto. Per Lega e 5Stelle illegittimo il sistema di privatizzazione dei servizi cimiteriali

Dai consiglieri comunali di Lega e 5Stelle riceviamo il seguente comunicato che volentieri pubblichiamo 

Al punto n. 7 dell’ordine del giorno del Consiglio comunale odierno era stata inserita la mozione sull’affidamento a terzi dei servizi cimiteriali presentata dai consiglieri comunali Lega-Cinque Stelle, Alessandra Cappa, Dina Carinci e Marco Gallo,.
La mozione verte sull’affidamento in concessione, tramite bando di gara, dei servizi cimiteriali che, come è noto, sono Servizi Pubblici di Interesse Generale.
Tale decisione, secondo i firmatari, non poteva essere assunta dalla Giunta, ma doveva essere discussa e deliberata dall’Organo consigliare, in quanto rientrante tra le materie di esclusiva competenza dello stesso.
È la legge, infatti, a prevedere che solo il Consiglio comunale, e non la Giunta, possa decidere sulle modalità di gestione dei servizi a rilevanza economica, qual è la decisione di esternalizzare a terzi i relativi servizi.
La questione assume fondamentale rilievo se si considera che la Giunta comunale si è spinta sino al punto di indire una gara, già esperita e conclusa, in mancanza, di fatto, della necessaria decisione del Consiglio comunale, unico organo deputato ad assumerla.
Il rinvio della trattazione della mozione, chiesto dalla stessa maggioranza, è la dimostrazione della correttezza delle considerazioni svolte dai Consiglieri Lega-Cinque Stelle ed evidenzia, ancora una volta, la necessità di sorvegliare e verificare l’operato dell’attuale maggioranza, soprattutto su temi tanto importanti per la comunità cittadina.
I consiglieri Cappa, Carinci e Gallo intendono ribadire il loro impegno a seguire tale delicata vicenda e ad assumere ogni iniziativa che si renderà necessaria all’esito dei chiarimenti che la maggioranza si è impegnata a fornire al prossimo Consiglio comunale

Questo il testo della mozione

I sottoscritti Consiglieri comunali chiedono che venga inserita nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale la mozione che segue.
Il Consiglio Comunale sulla premessa:
1. Che tra le funzioni erogate dai comuni vi è quella relativa ai servizi cimiteriali e di polizia mortuaria, le cui attività sono disciplinate dal D.P.R. n. 285 del 10.09.1990;
2. Che la nozione di servizio pubblico locale a rilevanza economica, anche in base alla interpretazione elaborata dalla giurisprudenza europea, deve essere assimilata a quella di Servizio di Interesse Generale;
3. Che i servizi cimiteriali, come più volte riconosciuto anche dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, sono da considerarsi Servizi Pubblici Locali;
4. Che la Giunta comunale di Vasto ha deciso di affidare in concessione a terzi – mediante bando di gara a procedura aperta (codice identificativo gara: 7625275FFA) – tutti i servizi cimiteriali, ivi compresi quelli di necroforo mortuario, polizia mortuaria (tumulazioni, inumazioni, estumulazioni, esumazioni, traslazioni, risanamento di tombe, riduzione dei resti mortali), apertura, chiusura, custodia e sorveglianza del cimitero, pulizia di tutti i locali, spazi ed aree cimiteriali interne ed esterne del cimitero, raccolta e stoccaggio dei rifiuti, sfalcio, manutenzione e cura del verde, nonché ogni altra operazione di Polizia Mortuaria prevista da norme e regolamenti vigenti;
5. Che, ai sensi dell’art. 42 del D.Lgs. n. 267 del 2000, la competenza per gli atti di organizzazione e concessione dei servizi pubblici è attribuita, in via esclusiva, al Consiglio Comunale;
6. Che, proprio in virtù della suddetta competenza esclusiva, solo l’Organo consiliare può decidere sulla opportunità e sulle modalità di gestione dei servizi cimiteriali;
7. Che, di conseguenza, in virtù della suddetta competenza, solo il Consiglio comunale è chiamato a decidere sulle modalità di gestione dei servizi a rilevanza economica, per come indicate dall’art. 34 del decreto-legge 179/2012, nei commi da 20 a 27, ovvero: 1. esternalizzazione a terzi con espletamento di procedure ad evidenza pubblica, secondo le disposizioni in materia di appalti e concessioni di servizi; 2. società mista, la cui selezione del socio privato avvenga mediante gara a doppio oggetto; 3. gestione cosiddetta “in house”, purché sussistano i requisiti previsti dall’ordinamento comunitario;
Tutto ciò premesso,
in considerazione della importanza che la gestione di ogni servizio pubblico riveste per la Comunità cittadina
impegnano il Sindaco e l’Amministrazione comunale
• a disporre – ai sensi dell’art. 42, D.Lgs. 267/00, relativo alle materie di competenza esclusiva del Consiglio comunale, nonché ai sensi dell’art. 34 del decreto-legge 179/2012, commi da 20 a 27, convertito nella L. 221/2012 – che la discussione e la deliberazione sulle questioni concernenti i servizi cimiteriali e relative modalità di gestione abbia luogo in apposita seduta del Consiglio comunale;
• a disporre, sempre in ossequio alla legge, che – solo a seguito della legittima decisione assunta dal Consiglio comunale, unico organo competente sulla materia – le modalità di organizzazione del suddetto servizio, sulla base della forma di gestione prescelta dall’Organo consiliare, saranno valutate dal Responsabile del Servizio mediante apposita Relazione da pubblicarsi sul sito internet dell’Ente comunale;
• a garantire, all’esito di tale procedura, un’adeguata informazione ai cittadini del Comune di Vasto in merito alle caratteristiche e alla gestione dei servizi in questione, mediante pubblicazione della Relazione in oggetto sul sito istituzionale dell’Ente, secondo quanto previsto dal citato art. 34, comma 20 e 21, del D.L. 179/2012;
• A sottoporre, comunque, alla discussione e alla volontà dell’Organo consiliare, le questioni concernenti la gestione dei servizi essenziali, attraverso la convocazione di apposita seduta del Consiglio comunale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: