G20 a Buenos Aires. Dal globalismo al ritorno al bilateralismo?

G20 a Buenos Aires. Dal globalismo al ritorno al bilateralismo? Le 20 nazioni riunite a Buenos Aires rappresentano 85% dell’economia mondiale. Stiamo assistendo ad una svolta epocale, ossia all’abbandono del globalismo ed al ritorno al bilateralismo? E’ quello che il Presidente americano sta facendo valere. Due delle tre condizioni : no alle migrazioni senza controllo, sì al commercio internazionale ma ‘equo’ (e l’equità non va definita dal WTO -world trade organisation ‘l’organizzazione del commercio mondiale) e no alla difesa dell’ambiente. così come definita dal trattato di Parigi. Come dovrebbe comportarsi l’Italia? Dovrebbe essere d’accordo con il Presidente Trump su 2 delle 3 condizioni ( sul controllo delle migrazioni illegali, sulla equità del commercio internazionale che ridurrebbe il dumping dai paesi asiatici, dalla Cina in particolare, e le speculazioni bancarie). L’Italia dovrebbe invece accettare la lotta all’inquinamento, che è un fenomeno planetario che già si sta manifestando in tutta la sua gravità. L’Italia dovrebbe firmare il documento finale del G20 di Buenos Aires? No, se contiene l’obbligo del Global Compact on Migrations. Sarebbe una forma di autolesionismo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: