Il “vero” sovranismo è quello Macron-Merkel

Al Bundestag è andata in onda ieri la più grande truffa mediatica della Storia: Macron e Merkel, “rilanciano” l’Europa “contro i nazionalismi” aumentando il loto peso politico-economico attraverso un “Patto d’Acciaio” che unisce Francia e Germania che si pongono a leader di “un’Unione più forte contro i nazionalismi”: in pratica la “nuova sovranità dell’UE”.
Non credo che possa esserci qualcuno che creda a questo slogan: purtroppo non si tratta di una bufala ma di notizia autentica che vede rafforzarsi ancor più (se mai ve ne fosse stato bisogno) l’autoritarismo nazionalista e sovranista di questi due Paesi nei confronti del resto d’Europa.

Nel suo intervento alla Camera Bassa non ha potuto fare a meno di usare il termine tanto disprezzato di “sovranità” che, in questo caso assume un significato “nobile” perché riferito (secondo Micron) all’intera Europa e non ai singoli Paesi, come Italia, Austria e Ungheria notoriamente guerrafondai mentre altrettanto notoriamente Francia e Germania sono pacifisti (non è un caso che il nazionalismo più esaltato e fanatico sia rappresentato da una parola francese, sciovinismo dl soldato francese, Nicolas Chauvin)a.

Il sovranismo in questi tre Paesi è assimilabile, sempre secondo Micron, ai “nazionalismi senza memoria e i fanatismi senza punti di riferimento che oggi sembrano prendere il sopravvento e rischiano di gettare il nostro continente nel caos e anche nella guerra”.

Per raggiungere lo scopo, Francia e Germania si accollano l’ingrato ma salvifico compito di rafforzare l’asse Parigi Berlino attraverso il senso di responsabilità che caratterizza questi due Stati !!

Il tutto finalizzato, udite, udite, alla costruzione di una Difesa comune, un sistema di asilo e di gestione della migrazione armonizzato, di un mercato commerciale libero e aperto, di un contrasto ai mutamenti climatici.

Punto centrale sarà il “Bilancio Unico” dell’Eurozona facendo leva sul fondo comune per l’Eurozona volto a garantire stabilità finanziaria all’interno dell’Unione, a stimolare più investimenti e a rendere la moneta unica più stabile e resistente ad eventuali crisi.

Del nuovo strumento però potranno beneficiare solo i Paesi che rispettano le regole del patto di stabilità e che hanno i conti in ordine (ciò che esclude automaticamente l’Italia).

Micron è però un incontenibile parolaio e manifesta il suo vero pensiero con una dichiarazione che fuga eventuali dubbi “L’Europa e al suo interno la coppia franco-tedesca, hanno l’obbligo di non lasciare scivolare il mondo nel caos e di accompagnarlo invece sul cammino della pace”.

Proprio quello cui facevo cenno prima, il concetto di sovranismo ad usum delphini e vorrei tanto sapere se, nelle infinte pieghe di questa faraonica e farraginosa costruzione che è l’UE ci sia spazio o sia prevista la creazione di un’Europa di élite.

Questi sono gli europei solidali, questi sono quelli che hanno imposto agli italiani, attraverso fedeli e scodinzolanti esecutori, una serie di misure economiche e sociali i cui risultati vediamo ogni giorno “grazie” a disoccupazione, povertà, servizi ospedalieri basati sulle promesse di una qualsiasi chiacchierone bugiardo, con un debito pubblico, la “vera” misura della ricchezza di una nazione, che è aumentato.

E noi italiani dovremmo fidarci di questi truffatori?
Elio Bitritto