Donna di Ortona violentata da un somalo

Una signora di Ortona di 68 anni è stata aggredita sulla spiaggia e costretta a subire violenza da un giovane somalo in Italia con un permesso di protezione sussidiaria. La donna è riuscita poi a sfuggire all’immigrato buttandosi in mare proprio mentre, chiamati da alcuni commercianti della zona, arrivavano i carabinieri. Il somalo, Saleban Nuur Shaieb, ventenne e senza fissa dimora, prima si era prima denudato e masturbato in strada davanti a diverse persone che hanno chiamato il 112 e poi è sceso in spiaggia dove ha sorpreso la donna costringendola a subire violenza. La poveretta è stata subito trasportata al pronto soccorso di Lanciano dove le sono state riscontrate escoriazioni e un trauma cranico. L’immigrato è stato ristretto nel carcere di Chieti.