La Lega dice no a Lucano in Rai da Fazio

La Lega si oppone alla partecipazione del sindaco di Riace Mimmo Lucano alla trasmissione Rai «Che tempo che fa» di Fabio Fazio.

Guai ad un paese, come l’Italia, che ha bisogno di finti eroi.

Un sindaco che NON ottempera al rispetto delle leggi che il suo ruolo istituzionale gli impone di seguire, e per cui è sotto indagine giudiziaria, può essere considerato un eroe?

Quando la stampa diventa non il riflesso della politica, ma diventa essa stessa agente politico, va al di là del suo ruolo di garante della democrazia.

Il Signor Fazio, un conduttore strapagato, quasi 2 milioni di euro all’anno – quali sono i veri rapporti tra la produzione dei programmi di RAI 1, come Il Tempo che Fa, e quelli di un produttore autonomo come OFFicina è da chiarire – e con chiare simpatie ideologiche, non può non tener conto delle politiche stabilite dal Governo attuale, senza dare simultaneamente allo spettatore la possibilità di sentire due suoni di campana.

Ė la magistratura che deve giudicare l’operato del sindaco Lucano, non un giornalista come Fazio.