Macron l’ha fatta proprio fuori dal vaso

Amo la Francia: ci sono stato una ventina di volte. Sono stato contento quando nel 1981 i francesi elessero Mitterand alla presidenza. Sono convinto che la Rivoluzione dell 1789 abbia finalmente dato i diritti all’ umanità sui privilegi del Medioevo.

Ma sulla vicenda dello sconfinamento della Gendarmeria in Piemonte per riportare in Italia due migranti, credo che Macron l’ abbia fatta proprio fuori dal vaso. Credo che la grandeur francese non sia altro che il retaggio precoloniale e prerivoluzionario di chi pensa di poter fare ciò che vuole. Detto in parole povere, hanno avuto in questa circostanza (come in altre) un modo di fare arrogante, presuntuoso e soprattutto ipocrita. Lo stesso modo, col quale Sarkozy impose al povero Berlusconi di fare guerra alla Libia per ammazzare Gheddafi. L’ effetto, come poi si sarebbe visto, è stato la destabilizzazione del Mediterraneo: il vero obiettivo era far saltare gli antichi rapporti nostri con la Libia e con gli arabi, per motivi di bassa cucina petrolifera. Per la verità, I francesi ad ammazzare Gheddafi ci avevano provato anche con Craxi, che, però, non era Berlusconi. Craxi era uno statista, che non si faceva ricattare, non aveva da perdere un impero economico come Berlusconi. Craxi aveva da perdere la sua carriera, che perderà con Mani pulita e la sua vita, che perderà esule ad Hammamet. Quindi quella volta il leader socialista avviso’ Gheddafi e gli salvo’ la vita.

********

Sono lontano mille miglia da Salvini, ma è giusto dire che ha fatto bene a farsi risentire sulla vicenda di Claviere, perché i francesi non possono pensare che noi italiani siamo stupidi e loro sono grandi. Loro possono anche pensare di essere grandi, ma noi italiani non siamo stupidi per niente.

Orazio Di Stefano