Dégoûtant et Cynique (Vomitevole e Cinica)

Le definizioni appartengono ai francesi che della francia hanno conservato solo la spocchia: per il resto sono dei colonialisti presuntuosi ed ignoranti che nutrono un complesso di inferiorità che risale ad oltre  2.000 anni fa quando l’ultimo “Gallo”, Vercingetorige, fu sconfitto, imprigionato a Roma e, dopo cinque anni, ucciso. Dopo di allora hanno avuto una altro grande generale, Napoleone 1° che, guarda caso, era … italiano! Per rifarsi una verginità eroica, sono ricorsi, in mancanza di altro, ad Asterix ma non credo che basti a risollevare l’orgoglio francese. Questo Paese è governato da un ometto che ha bisogno della tata e della presenza di personaggi come Benalla e alcuni omosessuali con cui si fa fotografare volentieri (… con grave imbarazzo degli stessi). Questo è l’ometto che direttamente o per tramite di qualche suo leccapiedi insulta l’Italia ed il nuovo governo per distogliere l’attenzione dalle scelte francesi in tema di immigrazioni che ammontano a 45.000 respingimenti a Ventimiglia, oltre a non aver accolto navi ONG se non in un parzialissimo caso richiudendo i porti immediatamente dopo. Dopo la dichiarazione di Gabriel Attal, portavoce dell’ometto, “… la politica italiana è vomitevole sul caso Aquarius. …” non si può fare a meno di notare come loro stessi non avevano aperto i porti (così come la Spagna e Malta). Ma, non contento di credere di essere la reincarnazione di Asterix, Macron, sempre sul caso Aquarius definisce Roma “Irresponsabile e cinica: chi caccia le navi provoca, ma non dimentichiamo chi ha parlato e con chi abbiamo a che fare”, con chiaro riferimento a Salvini di cui non ha il coraggio di fare il nome. Forse non sa che una nuova Alesia lo attende! E giustamente da più parti, in Italia (ed anche all’estero) il commento più benevolo è stato “l’ultimo che può parlare di immigrati è Macron”. Purtroppo, a questi insulti non ha fatto seguito un intervento di chi, su tutti, doveva rispondere: non ne hanno fatto quelli che ci hanno massacrato per 5 anni e che ora scoprono i milioni di poveri in Italia e che ora scoprono che il 2,4% non si può sforare mentre il 3% sì, che ora hanno la soluzione di tutti i guai di cui soffre l’Italia mentre prima questi guai non c’erano e sono spuntati miracolosamente il 4 marzo scorso. Ma monsieur Asterix non si accontenta di insultare: adesso tace ma …! Il “ma” si riferisce al fatto che, agenti di polizia o dell’esercito francese, sono entrati illegalmente in Italia il 29 dicembre dello scorso anno (c’è un video), sono entrati ancora illegalmente nel marzo scorso, sono entrati illegalmente il 2 agosto, sono entrati illegalmente il 13 ottobre (tutti episodi filmati e/o fotografati, alla attenzione della polizia e, si spera, della Procura della Repubblica di Torino), e si deve ritenere che questa sia pratica diffusa. Appare puerile, ipocrita e manifestamente falsa la dichiarazione del ministro francese degli Affari europei, Nathalie Loiseau secondo cui, scusandosi, si sarebbe trattato di disattenzione di gendarmi “inesperti”! Saranno pure inesperti ma a questo punto devono essere degli idioti per non capire che un confine di stato non si passa (se non si è spinti a farlo dalle superiori autorità francesi). Vi lascio alle vostre considerazioni che non conosco ma che spero siano in linea con quanto dichiarato da Salvini “Abbandonare degli immigrati in un bosco italiano non può essere considerato un errore o un incidente … e mi chiedo se gli organismi internazionali (ONU ed UE) non trovino VOMITEVOLE (stavolta la parola la usa Salvini n.d.r.) lasciare delle persone in una zona isolata senza assistenza…. Non accettiamo le scuse …”

Elio Bitritto