Rifinanziata la legge regionale sul Turismo

Undici milioni di euro a disposizione delle imprese turistiche abruzzesi, attraverso il rifinanziamento della legge 77 del 2000, che prevede interventi a sostegno delle aziende che operano nel settore.

Tra gli obiettivi del piano è quello di favorire investimenti per l’aumento degli standard di qualità e la riduzione del rischio sismico, la sostenibilità ambientale, l’accessibilità per i turisti con disabilità motorie e sensoriali, il riutilizzo del patrimonio edilizio esistente. Il programma operativo 2018, il cui bando sarà pubblicato sul Burat, è stato illustrato dal presidente vicario della Regione, Giovanni Lolli, e dall’assessore al turismo, Giorgio D’Ignazio. Destinatari degli interventi sono gli alberghi con almeno sette camere, le residenze turistiche alberghiere con almeno sette unità abitative, gli alberghi diffusi, i campeggi e i villaggi turistici, le case per ferie, le residenze di campagna, gli ostelli della gioventù, i rifugi montani ed escursionistici, gli stabilimenti balneari.