I Rumeni di Vasto e San Salvo: – non siamo come loro

I Rumeni prendono le distanze dai criminali di Lanciano e vogliono dirlo chiaramente per evitare facili generalizzazioni.  Con il comunicato che volentieri pubblichiamo l’associazione Vocea Romanilor Vastesi si fa interprete dei sentimenti di viva riprovazione e condanna dell’episodio da parte della comunità rumena locale. 

A seguito del grave fatto criminoso accaduto a Lanciano  l’Associazione Vocea Romanilor Vastesi esprime la propria solidarietà e vicinanza alla famiglia del dott. Martelli e condanna profondamente le azioni degli aggressori di origine rumena. La comunità rumena porge vivissimi complimenti alle forze dell’ordine e all’Autorità Giudiziaria per la rapidità con la quale sono stati identificati e arrestati i colpevoli. E’ auspicabile che la pena che verrà inflitta ai colpevoli possa essere adeguata alla gravità del fatto commesso e che sia da monito per eventuali futuri malintenzionati. E’ obiettivo della comunità rumena mantenere i migliori rapporti possibili con la società italiana in quanto rappresenta la comunità più grande per numero di residenti e la meglio integrata e collaborativa nella struttura sociale ospitante. E’ nostra speranza che fatti di questo genere non indeboliscano l’immagine del popolo rumeno o far crescere sentimenti di xenofobia nei confronti di un popolo che fortunatamente è costituito da persone oneste e corrette che hanno scelto di vivere e lavorare in Italia. La presidente, dott.ssa Irina Ilona Lazar,

Espressioni di analogo tenore sono contenuti in un altro cominicato ricevuto dall’Associazione Decebal che riunisce i rumeni residenti a San Salvo.