Le start Up abruzzesi all’avanguardia

logocresaLe start up ( nuove imprese) abruzzesi sono le prime in Italia per specializzazione nella fornitura di energia elettrica (16 imprese) e fabbricazione di prodotti in metallo (6 imprese) e, sebbene con valori assoluti molto esigui, nella fabbricazione di prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (3 imprese), costruzione di edifici (3 imprese) e riparazione di computer e di beni per uso personale (1 impresa). Il dato emerge dalle elaborazioni che il Cresa ( Centto Ricerche Eonomiche Sociali Abruzzo) ha svolto sui dati resi disponibili dalla sezione speciale del Registro delle imprese.
In generale, al 20 agosto 2018 le start up innovative in Abruzzo sono 215, pari al 2,2% delle 9.610 registrate in Italia.
Rispetto al 23 gennaio 2017, sono aumentate del 30,3% ma la crescita è inferiore a quella nazionale (+42,9%) che pone la regione al 13/o posto nella relativa graduatoria. Tra le province emerge Teramo con 65 start up (30,2% su totale regionale), seguita da Pescara (61 pari al 28,4%) e L’Aquila (60 pari al 27,9%). Le 29 start up a Chieti sono solo il 13,5%.