Le filippiche moralistiche del Saviano

saviano

Le filippiche moralistiche del Saviano si limitano a descrivere i fenomeni sociali, ma poco o affatto indagano le cause e le legano ai risultati. Bene, gli schiavisti siamo noi italiani? Ma si rende conto che la tratta contemporanea degli esseri umani dall’Africa è una vera industria con un introito calcolato (approssimativamente) a 30 miliardi di euro? Altro che droga! Tanti sono coloro che ci lucrano, dai capi tribù africani, ai passisti del deserto Sahara, agli scafisti, al crimine organizzato sul territorio italiano, formato anche da non italiani. ( la prostituzione è in mano alla mafia nigeriana). E le cooperative di sinistra ( per vitto e alloggio?) Non ci lucrano anche loro?. Ed i caporali del settore agricolo? Si tratta di una cancrena sociale ed economica e ciò la rende difficile da estirpare. Tuttavia la fallacia del ragionamento del Saviano è questa: le migrazioni illegali ( in realtà il neo-schiavismo) è voluto ANCHE da chi fa finta di essere generoso. L’accoglienza senza limiti e condizioni hanno messo a disposizione di gente senza scrupoli un esercito di centinaia di migliaia di braccia disposte a fare qualsiasi lavoro a qualsiasi condizione. Come uscire da questo ingorgo infernale? Attraverso una politica di immigrazione LEGALE che impedirebbe lo sfruttamento del ‘proletariato degli straccioni’ Non entra in paesi come l’Australia o il Canada chi e come vuole. E se facessimo una politica simile anche in Italia? Ma questo Saviano NON lo dice.

Filippo Salvatore