I reati contro gli immigrati … secondo i sinistri

daisy con benda          daisy dopo

A leggere ed ascoltare le geremiadi della stampa e dei TG asserviti al concetto di Salvini uguale intolleranza si rimane sconcertati e ci si chiede come mai di tutto ciò si accorgano solo i giornalisti (almeno alcuni giornalisti). Io e tanti altri come me non vediamo tutta questa violenza ed anzi leggiamo di violenze e reati al contrario; naturalmente il solito ben informato ci dirà “uno che legge Libero o La Verità non ha una fonte attendibile”: concordo ma quando le informazioni vengono da Press Reader.com che cita fonti del Ministero dell’Interno è difficile credere che i dati vengano manipolati così come è difficile credere che il ministero diffonda notizie false e tendenziose. Lasciamo stare le ultime due relative all’aggressione con uova ai danni di una atleta di colore compita da democratici goliardi e il ”tentato omicidio” nei confronti di un immigrato in provincia di Pistoia compiuto da due tredicenni del luogo (cosa per le quali nessuno delle vari Saviano, Fiano, Renzi, Martina e compagni di merenda si è scusato e tanto meno vergognato), ma i dati dicono be altro. Alcuni numeri potrebbero essere utili a questi fomentatori di odio e diffusori di notizie false e tendenziose: tra il 1° giugno ed il 31 luglio 2018 i crimini contro gli stranieri sono diminuiti del 20% rispetto allo stesso periodo del 2017 (quando regnava la “Pax Gentiloni”). Altri dati? tentati omicidi da 54 a 44, lesioni dolose da 2.402 a 1.858, percosse da 447 a 372, minacce da 1.692 a 1.291 e tutto ciò nel momento di massima tensione politica, la campagna elettorale. Quindi questi “signori” che sanno tutto loro e sono bravi ed onesti solo loro mentono sapendo di mentire e, quand’anche non lo sapessero prima, nel momento in cui sono note certe affermazioni dovrebbero, se non scusarsi, almeno tacere mentre continuano a diffondere un clima di sospetto, di odio, che forse neanche i più retrivi razzisti saprebbero fare. Ma dai giornali si apprende anche altro: le nazioni cosiddette tolleranti, quelle che ci fanno la morale sulla base delle bugie del PD, dovrebbero pensare ai fatti di casa loro: nel 2016 a fronte di 338 casi di razzismo in Italia se ne sono registrati 1.195 in Francia (di cui 240 aggressioni fisiche), 2.846 in Germania (con 1.315 aggressioni fisiche) e addirittura 62.831 in Gran Bretagna. Commenti? che siano irripetibili nei confronti di chi semina veramente l’odio.

Elio Bitritto