Il vino abruzzese è il Montepulciano

Decisione storica che tutela il nostro prodotto: il Montepulciano d’Abruzzo è il vino rosso per antonomasia dell”Abruzzo. 

DegustazioneMontepulcianoAbruzzo

A confermarlo a poche ore dal suo 50° compleanno, festeggiato ieri ad Ortona (Chieti), giorno di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’anno 1968 del decreto di riconoscimento della prima denominazione di origine abruzzese, è giunta al Consorzio di Tutela Vini d’Abruzzo la bellissima quanto agognata notizia che il marchio collettivo “Montepulciano d’Abruzzo” sarà registrato a brevissimo a livello nazionale aprendo di fatto la porta per la successiva registrazione a livello internazionale, indispensabile per tutelare la nostra denominazione ed i nostri produttori su tutti i principali mercati di riferimento. Il provvedimento puntualizza che non esiste il rischio di confondibilità dei prodotti nei consumatori poiché mentre nel marchio collettivo “Vino Nobile di Montepulciano” la preposizione “di” indica per l’appunto la provenienza ed il luogo di produzione, nel segno “Montepulciano d’Abruzzo” la provenienza geografica va individuata nel termine “Abruzzo” anch’esso preceduto dalla preposizione “di” che ha il medesimo significato di cui sopra.