Lega Vasto. “Contrari alla privatizzazione del Camposanto”

cimitero-vastoNon è stata accolta con favore la proposta dell’amministrazione comunale di privatizzare i servizi cimiteriali. Alle parole del sindaco e dell’assessore Barisano fanno oggi riscontro le dichiarazione dei partiti di opposizione. Tra questi in particolare la Lega che in un comunicato fa sapere di essere decisamente contraria e che i servizi cimiteriali non possano diventare oggetto di speculazione. Eccone il testo.

Salutiamo con favore la conferenza stampa degli assessori Forte e Barisano sul Campo Santo cittadino, segno che l’Amministrazione comunale si è finalmente resa conto dell’esistenza di un problema al riguardo.

Non possiamo non rimarcare, però, che dopo anni di assoluto silenzio e inoperosità su tale importante tema, l’Amministrazione comunale si sia “svegliata” improvvisamente, cioè solo dopo la stringente interrogazione presentata dai tre consiglieri comunali della Lega.
In disparte il “tempestivo” risveglio, ci preme sottolineare, ancora una volta, come la Giunta Menna voglia vendere a pezzi la nostra città.
Anche un altro servizio pubblico essenziale verrà infatti appaltato ad un privato: il Comune si “libera”, in tal modo, facilmente e comodamente, di un’ulteriore e delicata funzione.
Ancora una volta si giustifica la (scellerata) scelta dietro la “foglia di fico” del risparmio per le casse comunali. Risparmio di cui ci sarebbe molto da dubitare, considerato che i dipendenti comunali che di tale servizio si sono occupati sino ad oggi continueranno, grazie a Dio!, a svolgere il loro lavoro in altri settori comunali.
La Verità è che la “privatizzazione” (svendita) di tale ulteriore servizio avverrà, come sempre, in danno dei Vastesi, costretti a sopportarne gli ulteriori costi (quelli del privato) senza le garanzie ed il contenimento dei costi che la gestione pubblica dovrebbe assicurare.
Allo stesso modo, non possiamo esimerci dal sottolineare che, scelte politiche strategiche e fondamentali per l’assetto attuale e futuro della nostra città, qual è quella di ampliare il cimitero esistente e di non procedere alla realizzazione di uno nuovo, vengano prese senza il minimo coinvolgimento del Consiglio comunale.
I consiglieri
Alessandra Cappa
Davide D’Alessandro
Francesco Prospero