Il debutto

debutto

debutto 2

A Vasto c’è un nuovo “coro”: scrivo coro con la “c” minuscola per diversi motivi: è appena nato, ha cominciato con pochissimi elementi ed ha subito vari rimaneggiamenti fino a convergere in un altro coro, ugualmente “ridotto”, per la nascita del Coro del Golfo delle Idee. Posto che il coro è proprio “neonato”, bisogna dire che i componenti non sono più nella verde età ma, quello che li accomuna tutti è la caparbietà, caparbietà che ha un nome e cognome, Maria Del Bianco, pianista, docente presso il Liceo Musicale di Vasto, sempre pronta a correggere, a suggerire, a dirigere.  In realtà un “semidebutto” c’era già stato, ad un mese dalla sua costituzione, sul palcoscenico del Politeama Ruzzi, in occasione del concerto di Povia, solo un paio di brani, calorosamente applaudito dalla generosissima comprensione dei numerosi parenti ed amici. Ieri, invece, reduci da qualche mese in più di prove, “agitati” da nuovi ingressi e nuove defezioni, un debutto più consistente presso la Sala Mattioli dove sono stati eseguiti sei brani, essenzialmente in lingua e, soprattutto, ingentiliti e corroborati dalle voci di due cantanti vere, Anna Maione, napoletana verace, e Chiara Muratore, vastese altrettanto verace. Personalmente devo riconoscere che i miei dubbi, sulla mia capacità di cantare e di cantare in coro,, certo non sono dissipati, ma sono stati, se così si può dire, “incrinati” e questo grazie agli altri componenti del coro e, soprattutto, a Maria Del Bianco, sempre pronta a correggere e ad incoraggiare. La magia del canto corale e la scoperta dell’armonia hanno in parte smorzato l’emozione del debutto con il “pubblico” a ridosso fisico e non distante come al Ruzzi. Anche in questo caso, il pubblico è stato generoso nella lode e magari qualche critica è stata fatta soprattutto da noi stessi: ma abbiamo la volontà di continuare, soprattutto dopo l’appello a nuove adesioni che hanno registrato l’immediato successo di due nuove presenze. Contribuisco anche io all’appello per nuove adesioni ma mi rivolgo essenzialmente ai maschietti dato che attualmente siamo in tre e, meno male che c’è Ennio Di Fonzo che fa sentire la sua voce tenorile perché noi bassi siamo sovrastati dalle splendide voci femminili di cui, data l’età, non ricordo tutti i nomi e quindi mi limito a Rosalba, Loredana, Simonetta, Luisa, Tina, Wanda ed altri maschietti che ieri non son potuti venire. Grazie a tutti, dunque, dal preside Rocco, allo staff dell’Unitre, a Maria Grazia, ad Anna  e, su tutti, a Marilina (detta Maria …).

Elio Bitritto