Vasto. L’Ordine degli avvocati insiste sui riti alternativi

tribunale-di-vasto

L’Ordine degli avvocati di i Vasto si conferma attivo nella creazione di strutture adatte a favorire la soluzione alternativa delle controversie, mediante creazione di un vero e proprio polo delle ADR, (Alternative Dispute Resolution, che in italiano significa: risoluzione alternativa delle controversie) da affiancare al Tribunale e al Giudice di Pace.

A decorrere dal 28 febbraio 2018, infatti, a seguito dell’autorizzazione del Ministero della Giustizia si è aggiunto un nuovo servizio, quello dell’Organismo di Composizione della Crisi da Sovraindebitamento di cui alla L. 3/2012.  Dopo la creazione dell’Organismo di Mediazione di cui alla D.Lgs. 4 marzo 2010 n. 28, quindi, dal 28/02/2018 i cittadini che ritengano di voler risolvere le proprie controversie, o tentare di far fronte al proprio sovraindebitamento, potranno servirsi di un sistema interamente alternativo. La creazione di questo polo è molto utile soprattutto nell’ipotesi in cui non si riesca a scongiurare la chiusura del Tribunale prevista per il 2020, consentendo ai cittadini di conservare a Vasto dei servizi legali alternativi, che si affiancano alla permanenza dell’Ufficio del Giudice di Pace, che vedrà dal 2021 ampliare la propria competenza per valore e per materia. L’Ordine locale sta lavorando, infine, al completamento del polo delle ADR mediante creazione anche di una Camera Arbitrale. Alla presentazione del servizio della struttura sarà dedicato uno specifico evento pubblico in corso di organizzazione. Con un apposito comunicato l’Ordine degli Avvocati, presieduto da Vittorio Melone, avvisa i cittadini che maggiori informazioni potranno attinte presso la segreteria dell’OCC ubicata nei locali dell’Ordine Forense presso il piano terra dell’ufficio del Giudice di Pace di Vasto.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: