Vasto. La Guardia Costiera conquista gli alunni della ‘Spataro’.

 
guardia-costieraGrande emozione ed immenso onore, per gli alunni delle classi IV C e IV D della scuola Primaria “G.Spataro” di Vasto, accogliere nella mattinata del 13 aprile 2018 il Luogotenente Angelo Cataldo e il Capo di Seconda Dario Dragone della Capitaneria del Porto di Vasto.
Questo incontro è stato l’ultimo di tre del Progetto “ Velascuola: impariamo a navigare” proposto dal Circolo Nautico di Vasto in collaborazione con la FIV (Federazione Italiana Vela ) e con il Ministero della Pubblica Istruzione per promuovere nel nostro territorio la cultura nautica, avvicinare i ragazzi allo sport della vela, sensibilizzare i più giovani al rispetto e alla salvaguardia del mare.
A conclusione delle lezioni teoriche-pratiche tenute in classe dall’istruttore di vela Mike Ruzzi che, con la sua professionalità e passione per il mare ha riscosso la simpatia dei bambini sui temi della navigazione a vela, dei venti, dei nodi alla marinara, l’incontro con i due Ufficiali della Guardia Costiera è stato vissuto con molto interesse e particolare emozione.
Il luogotenente Angelo Cataldo e il Capo di Seconda Dario Dragone, con dei bellissimi video e delle chiare spiegazioni, hanno illustrato l’importanza delle attività svolte quotidianamente dalla Guardia Costiera impegnata nella ricerca e salvataggio delle persone in difficoltà in mare, nel soccorso ai tanti migranti, tra cui centinaia di bambini, donne ed adolescenti che affrontano un viaggio durissimo e pericoloso per fuggire dalla guerra, dalla povertà e dalla persecuzione e giungono nei nostri mari.
Immenso è anche l’impegno alla tutela e salvaguardia dell’ambiente marino e della fascia costiera, sanzionando le violazioni che causano danni all’ambiente, numerose le attività di controllo delle acque, della pesca, delle norme che regolano la navigazione.
Molto esplicativi e toccanti i filmati che mostravano come la Guardia Costiera opera con competenza e prontezza, e con diversi mezzi di soccorso, per portare aiuto a chi si trova in pericolo e in difficoltà in mare,  sfidando numerosi pericoli .
Utili, per i bambini, attenti uditori, i consigli concreti di comportamento da tenere in spiaggia, in mare, in barca.
Gli alunni, molto attenti e coinvolti, hanno tempestato di domande i due Ufficiali che, con disponibilità hanno ascoltato e risposto ai loro dubbi e curiosità e con la loro simpatia li hanno conquistati.
A conclusione dell’incontro i bambini, appassionati dal loro operato, hanno voluto indossare il cappello del Luogotenente Angelo Cataldo.
Chissà…magari tra di loro ci sarà qualche futura Guardia Costiera!!!
Quel che è certo è che questa esperienza ha trasmesso sensibilità al rispetto del nostro mare e ha lasciato un invito: “Se ci sono problemi legati al mare chiamate il numero 1530 e la Guardia Costiera presto interverrà!”
Rosaria Spagnuolo