L’amministrazione non democratica del sindaco Menna

menna-lapenna_lamennaRipensavo al Consiglio comunale di mercoledì scorso.
Tante le interrogazioni e mozioni presentate dai consiglieri di minoranza; quelli di maggioranza sono soliti tacere e non assumere alcuna iniziativa.
Tra le mozioni ce n’era una presentata da me sulla necessità che (anche) le minoranze partecipassero al Tavolo per l’Ambiente istituito dall’Assessore Cianci.
Avevo presentato la mozione perché ero rimasta sbalordita dopo aver appreso, (solo) dalla stampa, che l’Assessore aveva dichiarato che a quel Tavolo si sta discutendo della modifica al Piano di Assetto Naturalistico insieme a non meglio specificati rappresentanti di associazioni ambientaliste.
A quel Tavolo, ho pensato, si sta discutendo di Pianificazione territoriale, di Punta Aderci, della zona di Punta Penna.
Del futuro di Vasto, insomma.
E così, da consigliere comunale, non ci avevo trovato nulla di male a chiedere che, vista l’importanza degli argomenti che si stavano trattando, al Tavolo, oltreché perfetti sconosciuti non legittimati da nessuno, vi partecipassero anche gli amministratori democraticamente eletti dai vastesi.
Avevo pensato male.
La mia mozione ha scatenato l’inspiegabile e ottusa chiusura della maggioranza: al Tavolo ci partecipano loro, i loro amici, i loro sodali, ma non i rappresentati del popolo.
I motivi del diniego sono stati grotteschi:
perché dovreste parteciparvi? Hanno detto loro;
perché siamo rappresentanti del popolo e lo esige la democrazia, ho risposto io.
Nulla da fare.
Poche ore dopo, durante lo stesso consiglio, ho capito il perché (anche) di quel diniego.
La maggioranza ha presentato e votato una assurda mozione che nega gli spazi pubblici ai concittadini che non dichiarino per iscritto la loro adesione ai valori antifascisti (e a varie altre corbellerie che solo i “sinistri” sono capaci di pensare)!
E mi sono detta: quale possibilità di democratica partecipazione alle scelte fondamentali per la Comunità ti aspetti da persone che intendono imprigionare la libertà di pensiero altrui?
No, non sono democratici, lo sono solo a chiacchiere, e di quelle ne fanno tante, ché dei problemi della Città non sanno proprio occuparsene.
Così va il mondo, in quel di Vasto, durante l’amministrazione (non) democratica del sindaco Menna.

Alessandra Cappa